A- A+
Culture

Si trovava al suo funerale ma era ancora vivo. Non è uno di quegli incubi dai quali ci si risveglia tutti sudati, tirando un sospiro di sollievo. E’ successo davvero, in Egitto. Hamdi Hafez al-Nubi, un cameriere di 28 anni originario del villaggio di Naga al-Simman, nella provincia meridionale di Luxor, aveva avuto un infarto al lavoro ed era stato dichiarato morto.

I parenti, in lutto, lo avevano portato a casa e, come da tradizione islamica, avevano lavato il corpo preparandolo per essere seppellito. Tutto nella norma fino a quando il dottore chiamato a firmare il certificato di morte non si è accorto, per fortuna, che il corpo del giovane era ancora tiepido. Insospettito, lo ha sottoposto dunque a un’accurata visita, a seguito della quale, con grande stupore e sconcerto, ha appurato che Hamdi Hafez era ancora vivo.

Una notizia questa, che ha provocato nei familiari un mix di sensazioni sospese tra incredulità e incontenibile felicità, talmente forti che la madre, non riuscendo a contenerle, è addirittura svenuta. Un intoppo di poco conto in una giornata così assurda e, nello stesso tempo, fantastica. Il risveglio del ragazzo e della madre ha  poi naturalmente dato il via ai festeggiamenti.

Tags:
morto si risveglia
in evidenza
Imprese colpite dalla guerra SIMEST lancia una campagna aiuti

Ucraina

Imprese colpite dalla guerra
SIMEST lancia una campagna aiuti


in vetrina
Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica

Fotovoltaico Plug and Play, ecco la soluzione green contro la crisi energetica


motori
Dacia, dai colori e dai materiali nascono i valori della marca

Dacia, dai colori e dai materiali nascono i valori della marca

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.