A- A+
Culture
Scandalo, di Arthur Schnitzler, per la prima volta a teatro in Italia

di Lucilla Noviello

Un’opera teatrale mai rappresentata in Italia; la scelta di una traduzione di senso e non letterale del titolo è ciò che Franco Però mette in scena al Teatro Eliseo di Roma fino al 14 febbraio e poi in tournè in tutta Italia: Scandalo, di Arthur Schnitzler, interpretata da Stefania Rocca, Franco Castellano e Astrid Meloni. Sono tutti bravi gli attori in scena, ma in modo particolare lo è FrancCastellano, che interpreta Adolf, un uomo forte ma indeciso; delicato ma incapace di assumere una posizione netta all’interno di una società alla fine di un secolo e di un mondo che va cambiando. Non è solo sua la responsabilità: ci sono i tristi eventi; i lutti; e un mondo femminile a lui intorno che cresce e osa molto di più.

Non solo perchè animato da forze private – quali l’amore in tutte le sue forme – ma soprattutto perché chiamato a rispondere più velocemente a esigenze di trasformazione e di abbandono di culture sessiste o classiste in genere. Eppure Adolf resta il personaggio più tenero e più bello che gli abili abbassamenti di voce  di tono di Franco Castellano – oltre  che ad alcuni tic  comportamentali - sottolineano con garbo e sapienza. Stefania Rocca interpreta la giovane vedova Emma, la più sensuale delle donne in scena; probabilmente anche colei che tenta un maggiore anticonformismo.

scandalo
 

Però il suo resta un tentativo, non diviene mai un fatto e mortifica la volontà. Anche le fanciulle sono caratteri interessanti: sono attente; apparentemente disponibili alle nuove concezioni del mondo. Ma poi a loro volta soccombenti. Come se il cambiamento non fosse solo un derivato della forza sociale ma si affermasse, per l’autore, in quest’opera, per specifica volontà degli individui: per il loro autonomo coraggio, per determinazione, per scelta. Così come uno scandalo non può essere un’eredità e, viceversa, un’eredità non può dare scandalo: soprattutto quando rappresenta l’affermazione di un rapporto nuovo, lecito, autocelebrato, tra un uomo, una donna e un bambino.

Scandalo, di Arthur Schnitzler. Regia di Franco Però. Con Stefania Rocca, Franco Castellano, Astrid Meloni, Filippo Borghi, Adriano Braidotti, Federica De Beneddettis, Ster Galazzi, Andrea Germani, Lara Komar, Riccardo Maranzana, Alessio Bernardi, Leon Kelmendi. Jacopo Venturiero, Enrico Di Troia. Al Teatro Eliseo di Roma fino al 14 febbraio, poi in tournè in tutta Italia.

Tags:
scandalostefania rocca
in evidenza
Messi il Re Mida del calcio 110 milioni per tre anni al PSG

Neymar superato da Leo

Messi il Re Mida del calcio
110 milioni per tre anni al PSG

i più visti
in vetrina
Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi

Bollette Luce e Gas, in arrivo i rincari d’autunno: ecco come difendersi


casa, immobiliare
motori
Nuova C3 sostiene la strategia di espansione internazionale di Citroën

Nuova C3 sostiene la strategia di espansione internazionale di Citroën


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.