A- A+
Culture
Quei due – Il sottoscala, a teatro la commedia di Charles Dyer

TeatrovivoDi Lucilla Noviello

Una veccia coppia di amanti - che nel caso di Quei due – Il sottoscala, commedia scritta da  Charles Dyer e in scena al Teatro Quirino di Roma fino al 19 marzo e poi in tournè, con la regia di Roberto Valerio e interpretata da Massimo Dapporto e Tullio Solenghi, formata da due uomini gay - è rappresentata nella sua piccola aggressività quotidiana, nei tic comportamentali e nelle leggere ma invasive ironie dell’uno verso l’altro. Tutte le azioni sono condite da una cattiveria breve ma profonda come solo coloro che ben si conoscono possono adoperare. Eppure Harry e Charles sono due amanti, nel senso proprio della parola, perché davvero si amano da tanti anni, e vivono insieme, e lavorano insieme e ancora accolgono l’uno le contraddizioni dell’altro, dialogando continuamente e facendosi continuamente compagnia, amici oltre che innamorati. Sono bravi e divertenti Tullio Solenghi e Massimo Dapporto. Si rispondono fisicamente e vocalmente con l’esperienza lunga del teatro. A volte sono stanchi i loro personaggi,  perché non dormono, perché hanno paura - in un’Inghilterra della metà degli anni Sessanta in cui l’omosessualità è ancora un reato punito con la prigione – ma non lo sono gli attori, che continuamente giocano con le tonalità , i tic  verbali; che ancora ballano, anche alla fine della commedia, e si abbracciano e piegano panni e strusciano piedi infilati in pantofole. Si muovono nella rappresentazione di una giornata lunga, interminabile in senso teatrale, divertente a suo modo e piena di tensioni - perché le sorprese non sono finite nella loro vita: un’esistenza piccola che però grandemente ha sfidato il costume sociale, la morale ottusa e il passato particolare di ognuno per fondare quello che è il vissuto di una coppia speciale, un po’ ridicola, a volte incipriata, che vorrebbe usare il femminile invece del  maschile – e che in privato lo fa! -  che vorrebbe essere libera e riesce ad esserlo, nonostante la prigione, la povertà, la calvizie. Tutto  questo vissuto in un negozio da barbiere un po’ vecchio,  mentre il pubblico ride: sono passati cinquanta anni e il costume sembra essere cambiato. Ma non la forza e la determinazione di chi vive un amore, che come ogni amore non può che esser libero.

Quei due – Il sottoscala di Charles Dyer. Regia di Roberto Valerio. Con Massimo Dapporto e Tullio Solenghi. Al Teatro Quirino di Roma Fino al 19  marzo e poi in tournè in tutta Italia.

 

Tags:
quei due – il sottoscala teatroteatro quei due – il sottoscala
in evidenza
Terence Hill lascia Don Matteo Applauso d'addio della troupe

VIDEO

Terence Hill lascia Don Matteo
Applauso d'addio della troupe

i più visti
in vetrina
SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico

SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico


casa, immobiliare
motori
Dacia: nuovo restyling per un Duster che va sempre più...SUV

Dacia: nuovo restyling per un Duster che va sempre più...SUV


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.