A- A+
Culture
Ufo avvistato a Rivoli, la notizia fa il giro del mondo. Le immagini

L’avvistamento ufo di Rivoli apparentemente vicino all’aeroporto di Torino Caselle, è al centro dell’interesse mediatico internazionale, tanto che lo stanno pubblicando grossi media, tanto l’oggetto immortalato in tanti scatti è interessante. Il fatto, come oramai ampiamente risaputo è accaduto il 14 febbraio 2014, quando il testimone mentre era in compagnia di un’altra persona - come si può evincere da un ampio reportage postato sul sito ufficiale www.centroufologicomediterraneo.it - che è restato anonimo su consiglio degli inquirenti C.UFO.M. ma di cui gli stessi ufologi conoscono le generalità e quant’altro occorre,  ha fotografato uno strano oggetto volante non identificato, mai visto prima. Una struttura che sembra gigantesca pur nella difficoltà di calcolare le effettive dimensioni con il buio incombente. Essa è rimasta ferma lì per circa tre ore.

Le fotografie che all’analisi sono risultate genuine ed è stato decisamente esclusa, da parte di esperti in analisi delle immagini del C.UFO.M., la possibilità di un riflesso a cui inizialmente pure si era pensato. I riscontri continuano, con nuove indagini, analisi comparazioni e nuovo esame dei luoghi. Qualcuno ha ipotizzato che l’ufo altro non fosse che la pista di sport invernali a dire della critica, sullo sfondo sulle montagne imbiancate. Ma, tale possibilità è confutata da altri scatti fotografici effettuati in altre sere e dove l’oggetto con luci bianche e quindi l’eventuale pista assolutamente non c’è. Inoltre, un socio C.UFO.M. piemontese che per ragioni di lavoro è spesso nella zona di Rivoli, oltre ovviamente il testimone, hanno accertato che è impossibile fotografare una pista da sci a molte decine, se non centinaia di chilometri di distanza e comunque la stessa è molto difficile da riprendere e non dà l'effetto dell'ufo.

E poi, come dovrebbe essere grande ogni singola luce o faro che illumina la pista da sci? Decine di metri? E poi, se fosse una pista da sci, come si spiega poi che alcune luci dell'ufo che sono più lontane sono più luminose di quelle più vicine? Inoltre, i sostenitori pista da sci non indicano nemmeno quale pista sia e dove sarebbe ubicata. Sarebbe come dire che ogni ufo avvistato su un aeroporto è un aereo. Anche vari esperimenti non confermano tale ipotesi. I rilievi sullo sfondo, come detto, sono molto lontani e con la proporzione delle luci che si vedono proprio non ci siamo.

ufo rivoli 500 (1)

Guarda la gallery

Il C.UFO.M. per puro scrupolo sta approfondendo comunque la questione. Per il resto gli Stati Uniti, con due importantissimi siti quali Latestufogishtings, e quello dell’emittente Openmindstv,  vedono la notizia in testa alle news ufo. Infine c’è da fare un altro aggiornamento. Come già anticipato dal C.UFO.M. che come sempre non esclude alcuna ipotesi, dal citato sito Openmindstv, nell’articolo dedicato a quest’avvistamento di Rivoli si legge che quasi sicuramente l’ufo di Medellin, che il Centro Ufologico Mediterraneo aveva paragonato come somiglianza a quello appunto di Rivoli, altro non sarebbe che un aquilone led, senza tuttavia darne la sicurezza. Comunque, da un'analisi più approfondita, si nota che i due ufo sono abbastanza diversi: infatti solo la prospettiva rende un po' somiglianti gli stessi. Come prova della presenza di un aquilone led, Openmindstv cita un commento fatto da un certo Nicolas Aguilar che ha postato un’immagine di un aquilone led effettivamente molto rassomigliante all’ufo di Medellin anche se non se ne può essere sicuri. Anche noi non escludiamo tale possibilità. Inoltre viene precisato che l’avvistamento della Colombia in realtà è del 25 gennaio 2014.

Ovviamente se anche l’ufo di Medellin fosse un aquilone led, la circostanza non inficia la validità dell’ufo di Rivoli, il quale a differenza di quello di Medellin è completamente stazionario e solo “somiglia” e non è “uguale” (come del resto ha tenuto a sottolineare il C.UFO.M.) a quello della Colombia. Altri aggiornamenti sull’ufo di Rivoli saranno dati appena possibile. Intanto il video su youtube continua…a volare con migliaia di visualizzazioni. Una miriade di siti web ha pubblicato il caso ufo. Vedremo gli sviluppi. Infine. Il presidente Angelo Carannante ribadisce per l’ennesima volta che ufo non significa velivolo alieno, ma significa solo oggetto volante non identificato che può essere qualsiasi cosa. Se poi l’oggetto volante non identificato viene identificato, diventa per l’appunto IFO cioè oggetto volante identificato. Ciò sta a significare che il Centro Ufologico Mediterraneo non ha mai detto e dichiarato che ufo sia un velivolo proveniente chissà da dove. Ogni ipotesi ufo di conseguenza ha la sua validità, ma quella della pista da sci è, allo stato attuale delle indagini, del tutto infondata e non provata. Una pura illazione che non spiega assolutamente l’ufo fotografato da Rivoli. Ulteriori aggiornamenti si possono trovare sul sito www.centroufologicomediterraneo.it ed il video è visibile su youtube sul canale CUFOMCHANNEL dove le visualizzazioni in tre giorni già sono quasi diecimila. Questo caso ufo nei pressi di un aeroporto decisamente affascina.

Tags:
uforivoliavvistamento
in evidenza
Nargi, che sirena al tramonto L'ex velina infiamma Instagram

Un'estate bollente- FOTO

Nargi, che sirena al tramonto
L'ex velina infiamma Instagram


in vetrina
LG, i nuovi auricolari TONE Free si adattano agli stili di vita più dinamici

LG, i nuovi auricolari TONE Free si adattano agli stili di vita più dinamici


casa, immobiliare
motori
Paolo Poma CFO Lamborghini: “essere best in class entro il 2025"

Paolo Poma CFO Lamborghini: “essere best in class entro il 2025"


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.