A- A+
Culture
UnipolSai e Italia Nostra insieme per la rinascita dei Bagni di Petriolo
Un momento della presentazione del progetto di restauro dei Bagni di Petriolo, con Pierluigi Stefanini, Presidente Gruppo Unipol, e Oreste Rutigliano, Presidente di Italia Nostra.

UnipolSai e Italia Nostra insieme per la rinascita dei Bagni di Petriolo del XIV secolo

Al via il progetto di restauro dei Bagni di Petriolo, voluto da UnipolSai, compagnia assicurativa del Gruppo Unipol con il sostegno di Italia Nostra, che investirà 4 milioni di Euro nell’area di proprietà. Le terme risalgono al XIV secolo e sono situate nel Comune di Monticiano, all’interno della Riserva naturale del Merse, tra le province di Siena e Grosseto. Il progetto, approvato dalla Soprintendenza di Siena e coordinato da Italia Nostra, riguarderà il restauro delle tre torri, la porta, la cinta muraria del Quattrocento, la locanda, le vasche termali, la chiesetta e l’area boschiva circostante. Gli interventi dureranno complessivamente tre anni, il primo lotto (locanda, torre nord, mura est e parte mura nord) sarà pronto in 14 mesi.

 

UnipolSai e Italia Nostra insieme per la rinascita dei Bagni di Petriolo del XIV secolo. La conferenza stampa

L’iniziativa di rinascita dei Bagni di Petriolo è stata presentata nel corso di una conferenza stampa, svoltasi oggi a Firenze, presso Palazzo Bastogi, alla quale hanno preso parte: Eugenio Giani, Presidente del Consiglio Regionale della Toscana, Monica Barni, Vice Presidente Regione Toscana; Stefano Bertocci, Università di Firenze; Pierluigi Stefanini, Presidente Gruppo Unipol; Oreste Rutigliano, Presidente Italia Nostra; Anna Di Bene, Soprintendente di Siena; Massimo Biagioni, Presidente del Consiglio Regionale Unipol Toscana; Paolo Bambagioni, Consigliere Regionale, Adriano Paolella, Consulente scientifico Italia Nostra.

 
UnipolSai e Italia Nostra insieme per la rinascita dei Bagni di Petriolo del XIV secolo. Le parole di Pierluigi Stefanini, Presidente Gruppo Unipol

“L’area di proprietà di UnipolSai poteva essere gestita con il minor dispendio di energie e risorse possibili, o si poteva scegliere di essere protagonisti di uno straordinario percorso di riqualificazione partecipata di un bene comune - dichiara Pierluigi Stefanini, Presidente Gruppo Unipol - Si è scelto di procedere in questo modo, adottando un approccio strategico di creazione di valore condiviso, grazie al coinvolgimento e alla partecipazione civica, alla trasparenza degli interventi, e allo sviluppo di politiche di marketing territoriale. Abbiamo scelto di misurarne anche l’impatto atteso, secondo le più moderne metriche, e ci aspettiamo uno SROI - ossia un ritorno sociale sull’investimento - di gran lunga superiore a due, questo vuol dire che, per ogni euro che investiremo, ne determineremo più di due di impatto sul territorio.”

Stefanini ha aggiunto che il progetto di restauro dei Bagni di Petriolo ha una valenza di portata nazionale: “Questo progetto ha alcuni elementi meritevoli di una riflessione ulteriore, di una divulgazione e applicazione anche ad altri contesti. Una condivisione e collaborazione che porta al recupero di spazi comuni di grande importanza: la nostra non vuole essere un'operazione filantropica, abbiamo un' intenzione più ambiziosa, quella di portare a sintesi componenti non sempre considerate in modo sistemico, invece fondamentali: il valore storico, la possibilità di rendere il luogo utilizzabile dai cittadini e dai turisti, il valore culturale, l'aiutare a comprendere l'importanza storica di questo luogo per il nostro Paese, e inoltre la componente economico-turistica di promozione dei Bagni. In tutto questo la collaborazione con Italia Nostra è stato un fattore abilitante fondamentale”.

 

UnipolSai e Italia Nostra insieme per la rinascita dei Bagni di Petriolo del XIV secolo. Le parole di Oreste Rutigliano, Presidente di Italia Nostra

“Quando la vegetazione stava per inghiottire il sito dell’antica Petriolo e divorarne persino il ricordo - spiega Oreste Rutigliano, Presidente di Italia Nostra - abbiamo iniziato a cercare un modo per salvaguardare e recuperare questo luogo sempre molto amato e frequentato dai turisti. Con questo intervento vengono restituite alla collettività, nel pieno rispetto della storicità dei luoghi, le imponenti vestigia edificate tra il 1200 e il 1400 per ospitare papi, granduchi e capitani di ventura. Il caso ha voluto che due soggetti molto diversi fossero i promotori e finanziatori di questo intervento: un’associazione interessata alla tutela dei beni culturali minori e un soggetto economico privato solido e radicato nel territorio, capaci di declinare la sussidiarietà in modo nuovo e incisivo.”

”Questo intervento segna un cambiamento nella mia vita: sono abituato ad avere a che fare con imprenditori che sono sempre dalla parte opposta della barricata, sembra un sogno avere un imprenditore che ha il nostro stesso punto di vista. Non sono io ad aver creato questa operazione ma la sezione locale, che conosce il territorio. Le acque termali sono un richiamo straordinario per gli uomini fin da tempi degli antichi romani. I Bagni di Petriolo sono un luogo di massimo desiderio e godimento, per curarsi anima e corpo, una vera e propria città del piacere” ha aggiunto Rutigliano.

Dal 2015 Italia Nostra, desiderosa di riportare l’area agli antichi fasti, ha avviato attività di analisi, studio, sensibilizzazione e proposizione sostenute da UnipolSai e, nel 2016, la compagnia ha commissionato il progetto di restauro e di valorizzazione dei Bagni. Nel 2017 sono state ottenute le autorizzazioni della Soprintendenza e Paesaggistica (comunale) e nel 2018 il parere favorevole ambientale (Valutazione incidenza ambientale da parte della Regione).

 

UnipolSai e Italia Nostra insieme per la rinascita dei Bagni di Petriolo del XIV secolo. Unipol Gruppo S.p.A.

Unipol è uno dei principali gruppi assicurativi in Europa con una raccolta complessiva pari a circa 14,8 miliardi di euro, di cui 7,8 miliardi nei Rami Danni e 7 miliardi nei Rami Vita (dati 2016). Unipol adotta una strategia di offerta integrata e copre l'intera gamma dei prodotti assicurativi e finanziari, operando principalmente attraverso la controllata UnipolSai Assicurazioni S.p.A., nata all’inizio del 2014, leader in Italia nei rami Danni, in particolare nell'R.C. Auto. Il Gruppo è attivo inoltre nell’assicurazione auto diretta (Linear Assicurazioni), nell’assicurazione trasporti ed aviazione (Siat), nella tutela della salute (UniSalute), nella previdenza integrativa e presidia il canale della bancassicurazione.  Opera infine in ambito bancario attraverso la rete di sportelli di Unipol Banca e gestisce significative attività diversificate nei settori immobiliare, alberghiero e agricolo (Tenute del Cerro). Unipol Gruppo S.p.A. è quotata alla Borsa Italiana.

 

UnipolSai e Italia Nostra insieme per la rinascita dei Bagni di Petriolo del XIV secolo. Italia Nostra

Italia Nostra è un'associazione che tutela i beni culturali, artistici e naturali italiani, nata nel 1955 e attualmente formata da 200 sezioni e oltre 11.000 soci: un piccolo esercito di militanti della bellezza che lotta e si impegna ogni giorno sui territori per salvaguardare dal degrado e dall’incuria il paesaggio e i monumenti. Tra le azioni: “Lista Rossa” dei beni culturali in pericolo in tutto il Paese, “Paesaggi Sensibili”, campagna pluriennale sul valore del paesaggio; “Giornata Nazionale Beni Comuni”, la seconda domenica di maggio le nostre sezioni intervengono concretamente in siti che necessitano cura e tutela; Corsi di formazione MIUR ed Educazione al Patrimonio Culturale nelle scuole.

Tags:
unipolsaiunipolsai italia nostra bagni di petriolobagni di petriolounipol pierluigi stefanini
in evidenza
Paola Ferrari in gol, sulla barca "Niente filtri". Che bomba, foto

Sport

Paola Ferrari in gol, sulla barca
"Niente filtri". Che bomba, foto

i più visti
in vetrina
SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico

SPID, tutto ciò che c'è da sapere sull'utile e innovativo sistema informatico


casa, immobiliare
motori
Jeep, RAM e FIAT insieme a (RED) per combattere AIDS e COVID-19

Jeep, RAM e FIAT insieme a (RED) per combattere AIDS e COVID-19


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.