A- A+
Economia
Amazon archivia il suo anno peggiore: Bezos più povero di 7,4 miliardi

Definirlo horribilis potrebbe essere addirittura un eufemismo. Soprattutto perché è difficile rendere con un solo aggettivo 7,4 miliardi di dollari che se ne vanno in fumo nell'arco di 365 giorni. Stiamo parlando di quanto è costato l'anno (horribilis appunto) appena archiviato a Jeff Bezos, fondatore e numero uno del più popolare sito di ecommerce al mondo, Amazon.

Ma andiamo con ordine. A fare i conti (niente di ufficiale, per carità, ma una semplice operazione aritmetica basata sul prezzo delle azioni) è il Wall Street Journal, secondo cui i titoli Amazon da inizio 2014 hanno lasciato sul terreno ben il 22% del loro valore.

Una tracollo che è secondo solo alla debacle del 2008 (l'anno del crac della Lehmann Brothers e dell'inizio della crisi), quando il gigante delle vendite online perse addirittura il 44%.

Considerato dunque il calo del 22% e il fatto che Bezos ha in portafoglio il 18,3% della società, che vuol dire 84 milioni di azioni, il calcolo è presto fatto: il 2014 è costato aben 7,4 miliardi di dollari a uno dei ceo più famosi e osannati al mondo, che ora si ritrova con un patrimonio azionario di 'appena' 26,1 miliardi di dollari.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
amazonjeff bezoswall street journal
i più visti
in evidenza
Premio Mario Unnia, la cerimonia a Palazzo Mezzanotte

Scatti d'Affari

Premio Mario Unnia, la cerimonia a Palazzo Mezzanotte


casa, immobiliare
motori
Alpine svela il nuovo crossover GT 100% elettrico

Alpine svela il nuovo crossover GT 100% elettrico

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.