A- A+
Economia
Asmel: "Anac condannata dal Tar, non ha concesso accesso agli atti"

Secondo Asmel Consortile, Centrale di committenza con 1584 Comuni associati, emergono nuovi particolari sulla condanna inflitta dal TAR Lazio all’Anac, l’Autorità Nazionale Anticorruzione che ha negato alla Centrale l’accesso agli atti. Il giorno dopo la condanna, l’Autorità ha commentato: "La vicenda riguarda atti interni, che Anac, con proprio regolamento, ha sempre ritenuto riservati. Se l’orientamento del Giudice amministrativo sarà confermato, l’Autorità si conformerà a quanto stabilito". 

Dichiarazioni che hanno provocato la reazione della Centrale dei Comuni: "Ovvio che abbiamo chiesto accesso ad atti interni, non certo esterni – ribatte Michele Iuliano, amministratore delegato della Centrale –. Il Tribunale ha chiaramente sancito la legittimità della nostra richiesta e stigmatizzato il comportamento di ANAC, l’Autorità preposta a vigilare sulla trasparenza. Non è un caso che abbia inflitto la sanzione prevista dall’art. 26 del codice del processo amministrativo". 

Asmel Consortile aveva trasmesso formale diffida per l’annullamento della delibera, unita all’istanza di accesso agli atti per appurare sulla base di quali elementi l’Autorità si fosse determinata a predisporla e divulgarla. In mancanza di risposte, la Centrale ha presentato ricorso al TAR Lazio. A seguito della notifica del ricorso, si è riunito il Consiglio dell’Autorità e ha concesso l’accesso. Ma poi, richiamandosi al proprio Regolamento interno ha negato il rilascio della documentazione ritenuta riservata. La Centrale non si è arresa e si è rivolta di nuovo al Giudice, mettendo in discussione anche la legittimità del Regolamento interno. Il Tribunale ha accolto integralmente le ragioni della Centrale e ha condannato ANAC, oltre al rimborso delle spese legali, anche al pagamento di una sanzione accessoria che potrebbe rappresentare un presupposto per rispondere di responsabilità per danno erariale davanti alla Corte dei Conti.

"Sconcertante che l’Autorità preposta alla prevenzione e alla vigilanza sulla trasparenza – afferma Francesco Pinto, segretario generale della Associazione con oltre 3200 Comuni di tutt’Italia, che ha costituito la Centrale – denoti tanta arroganza su una materia tanto delicata".

Qui il link alla sentenza

Qui la precisazione di Anac

Loading...
Commenti
    Tags:
    asmelanacasmel anac
    Loading...
    i più visti
    in evidenza
    Elisabetta Canalis sexy da morire Costume leopardato. E il lato B...

    Belen, Diletta e... Le foto delle Vip

    Elisabetta Canalis sexy da morire
    Costume leopardato. E il lato B...


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Yamaha lancia Tricity 300, lo scooter adatto alla mobilità urbana

    Yamaha lancia Tricity 300, lo scooter adatto alla mobilità urbana

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.