A- A+
Economia

 

 

Zanonato2Flavio Zanonato

Dopo la cancellazione dell'Imu sulle prime case e sui terreni agricoli, il governo cerca ora di dare ossigeno alle pmi.

E' già tutto pronto infatti per un taglio da ben 3 miliardi sulle bollette elettriche. Lo rivela il Corriere della Sera secondo cui il provvedimento riguarderà per il 60-70% le imprese e solo per la parte restante le famiglie (che però hanno già beneficiato del precedente sgravio di 500 milioni previsto dal decreto del Fare).

Il piano ha anche già pronta la copertura: Palazzo Chigi ha infatti previsto l'emissione di obbligazioni per 3 miliardi che consentiranno di coprire una parte degli incentivi alle fonti rinnovabili finora caricati sulle bollette.

MINI BOND PIU' FACILI. Per aiutare le imprese, nel decreto del fare bis (che dovrebbe essere approvato dal Consiglio dei ministri entro metà settembre) sono previste anche nuove regole per i mini bond per facilitare l'accesso al credito. Già previsti dal decreto crescita approvato dal governo Monti, hanno raggiunto 1 miliardo di euro. Per aumentarne la diffusione è però previsto che siano introdotte delle modifiche per consentire l'accesso anche a nuovi investitori, come le compagnie assicurative e i fondi previdenziali.

Sempre sul piano industriale, il governo pensa anche ad un'operazione che possa incentivare la riconversione dei terreni inquinati. Per spingere sulle bonifiche e la riconversione dei terreni inquinati ci saranno una serie di agevolazione fiscali. A patto che la bonifica sia fatta da un soggetto terzo.
 
Nel decreto del Fare bis, inoltre, è previsto che ci siano anche nuove regole per le conferenze dei servizi, oltre al ritorno di una politica industriale che decida quali settori concentrare gli interventi di sostegno alle imprese.

Tags:
bollettetaglienergiarinnovabilibond

i più visti

casa, immobiliare
motori
Nuova Tiguan Allspace, aperti gli ordini del suv a sette posti

Nuova Tiguan Allspace, aperti gli ordini del suv a sette posti


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.