A- A+
Economia
Borse europee miste, Parigi negativa. A Milano corrono i titoli bancari
Mercato Azionario Borsa

Borsa Milano: chiude in positivo trainata da banche

Piazza Affari chiude la prima seduta della settimana in territorio positivo, dopo le incertezze iniziali dovute al sorprendente esito delle elezioni francesi, che ha completamento stravolto i risultati del primo turno, e che ha visto il Rassemblement National di Le Pen scivolare al terzo posto. L’indice Ftse Mib riduce i guadagni di giornata e si ferma a +0,17% a quota 34.046. Sul listino corrono ancora i bancari già protagonisti di diversi rally la scorsa settimana su ipotesi di risiko. A trainare i rialzi Bper +4,21% e Mps +2,89% in attesa delle mosse del Tesoro sulla restante quota del capitale ancora in mano pubblica. Sale anche Unipol (+1,94%), detiene il controllo di Bper con una quota poco sotto il 20%. Avanza anche la Popolare di Sondrio +2,47%, Unicredit +0,31%, Intesa 0,46%, FinecoBank +1,55%. ù

Borse europee: chiudono contrastate, Parigi negativa 

A Milano l'indice Ftse Mib riduce i guadagni di giornata e si ferma a +0,17% a quota 34.046 punti. Maglia nera il Cac 40 di Parigi che arretra dello 0,63% a 7.627,45 punti a causa dell'incertezza politica. Il Dax di Francoforte avanza dello 0,06% a 8.472,65 punti. Male Londra dove l'Ftse 100 di Londra cede lo 0,13% a 8.193,49 punti. 

Titoli Stato: spread chiude in calo a 137 pb, anche Oat giù

Chiusura in calo per lo spread tra Btp e Bund il giorno dopo il voto in Francia che ha visto la sconfitta a sorpresa del RN di Marine Le Pen. Il differenziale cala a 137 pb rispetto ai 140 dell'apertura. Il tasso si attesta al 3,886% dal 3,9%.   Si restringe la forchetta tra Oat e Bund a 65,3 pb dai 69,5 dell'apertura con un rendimento del decennale al 3,16% dal 3,24% di questa mattina. 






in evidenza
Matteo Berrettini is back, che balzo in classifica Atp: oltre 30 posizioni

Così è rinato il tennista azzurro

Matteo Berrettini is back, che balzo in classifica Atp: oltre 30 posizioni


motori
Luca de Meo CEO Renault: "serve flessibilità per la transizione ai veicoli elettrici"

Luca de Meo CEO Renault: "serve flessibilità per la transizione ai veicoli elettrici"

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.