A- A+
Economia

Il collocamento del nuovo Btp Italia, che il Tesoro ha iniziato a piazzare martedì 5 novembre, si è chiuso con 22,271 miliardi di euro di sottoscrizioni e quindi di relative emissioni da parte del Ministero. Dopo i 16,84 miliardi di ieri, nella giornata di oggi - chiusa alle 14 - sono stati sottoscritti altri 5,43 miliardi di Btp.

Si tratta di un risultato record per il Btp Italia: erano stati richiesti 9 miliardi al termine del primo giorno dell'ultima emissione, 18 miliardi nei due giorni. Tenendo conto dell'andamento della domanda, il Ministero dell'Economia ha deciso di sfruttare l'ottimo accoglimento e - come da previsioni del mercato - chiudere il collocamento alle 14.00 di oggi, mercoledì 6 novembre. Il tasso definitivo è stato definito al 2,15%, livello minimo garantito, pagato in due cedole semestrali.

Borsa Italiana ha aggiunto alle statistiche che l'emissione del Btp Italia ha segnato il record assoluto in Europa per un collocamento diretto sul pubblico retail e record storico per contratti e controvalore in una singola giornata, quella del 5 novembre, sul Mot.

Tags:
btpsottoscrizioni
i più visti
in evidenza
Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

Esportazioni

Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane


casa, immobiliare
motori
Citroën Ami 100% ëlectric: la rivoluzione della mobilità urbana è in vetrina

Citroën Ami 100% ëlectric: la rivoluzione della mobilità urbana è in vetrina

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.