A- A+
Economia

 

Fitch Ratings


twitter@andreadeugeni

Serve l'Unione Bancaria Europea, al più presto e anche un banchiere serio, speriamo sia l'italiano Mario Draghi che si dimostri all'altezza del compito, alla guida della vigilanza degli istituti di credito del Vecchio Continente. Un Grande Fratello a cui non sfugga niente e che sappia guardare bene nelle pieghe dei bilanci bancari, imponendo i giusti (e tempestivi) correttivi. Già, perché sulle banche cipriote hanno sbagliato tutti.

Perfino la rigorosissima European Banking Authority di Andrea Enria che con il suo essere pignola ha imposto nel 2011 strettissimi criteri prudenziali agli istituti di credito italiani mentre nello stesso anno promuoveva la pericolante Laiki Bank piena zeppa di bond greci, addirittura migliore, secondo l'authority, del terzo istituto austriaco.

Per non dire della solita tempestività alla Lehman Brothers delle agenzie di rating, di cui non se ne sente davvero più il bisogno. Fitch ha infatti appena declassato a un livello equivalente all'insolvenza le due maggiori banche cipriote, Bank of Cyprus e Laiki Bank, dopo l'intesa sulla loro ì ristrutturazione che porterà allo smantellamento della seconda e alla fusione dei suoi asset sani con la prima.

Le perdite imposte ai creditori privati hanno così spinto l'agenzia di classificazione a portare il giudizio sui due istituti da B a default per Laiki e a default ristretto per Bank of Cyprus. La terza maggiore banca dell'isola, Hellenic Bank, resta sotto revisione per un possibile downgrade. Ma Fitch è a conoscenza che Cipro ha chiesto 10 miliardi per evitare il collasso economico e salvare le sue maggiori banche?

Iscriviti alla newsletter
Tags:
ciprolaikifitch
i più visti
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia


casa, immobiliare
motori
Jeep presenta Wrangler 4xe Model Year 2022

Jeep presenta Wrangler 4xe Model Year 2022

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.