A- A+
Economia
Corte dei Conti: "La corruzione può attecchire ovunque". P.a.? Non solo tagli

"La corruzione puo' attecchire dovunque: nessun organismo e nessuna istituzione possono ritenersene indenni o al riparo e quindi esenti da obblighi di vigilanza". E' quanto ha affermato il procuratore generale presso la Corte dei conti, Salvatore Nottola nel giudizio sul rendiconto generale dello Stato.  "Inoltre - ha proseguito Nottola - nessuna istituzione che abbia competenze pubbliche puo' ritenersi scevra da responsabilita' di fronte al suo dilagare. Per un efficace contrasto alla corruzione si deve considerare che i contesti in cui essa ha occasione di svilupparsi sono i piu' vari, non si limitano al mondo degli appalti ne' all'aspetto della illecita dazione di denaro o di benefici: essa trova facile terreno nell'evasione fiscale e nell'economia sommersa ed e' un mezzo congeniale agli ambienti criminali. Insomma - ha concluso Nottola - il suo terreno di coltura e' la illegalita' in tutte le sue forme".

Ridisegnare confini Pa, non solo tagli - "Occorre ridisegnare i confini della Pubblica amministrazione e non procedere solo attraverso tagli, ha affermato Enrica Laterza, presidente di coordinamento delle sezioni riunite della corte dei conti. Con la spending review "non si tratta solo di eliminare gli sprechi ma di affrontare la definizione del perimetro pubblico".

Italia, impressa intonazione virtuosa a bilancio - "Nel periodo piu' recente l'Italia appare avere impresso un'intonazione 'virtuosa' alla gestione della finanza pubblica", ha anche detto Laterza. Il fenomeno, ha spiegato, "e' testimoniato dal livello dell'avanzo primario che e' di entita' confrontabile con la Germania".

Peso debito rende Italia piu' vulnerabile -  "Il peso del debito accumulato in passato rende il nostro Paese piu' vulnerabile dei grandi paesi europei", ha aggiunto

Redistribuzione peso fisco decisiva per ripresa - Alla riduzione della pressione fiscale nel 2013 di due decimi di punto non si e' accompagnata una redistribuzione del carico tributario, "operazione decisiva nell'ottica della ripresa economica". Tale redistribuzione, aggiunge, "e' improprio subordinare a recuperi di gettito (da evasione, da erosione, da mancata riscossione) sempre richiamati, ma che si rivelano largamente incerti bei tempi ne nelle dimensioni".

Manovre non hanno migliorato economia - "Gli aspetti complessivamente positivi del quadro finanziario, dovuti alle rigorose manovre di correzione dei conti pubblici e ai ripetuti e diffusi interventi di riduzione della spesa non trovano riscontro in un apprezzabile e stabile miglioramento sul versante dell'economia".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
corte dei conticorruzionepa
i più visti
in evidenza
CDP, ospitato FiCS a Roma Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

Corporate - Il giornale delle imprese

CDP, ospitato FiCS a Roma
Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”


casa, immobiliare
motori
Con Sensify, Brembo rivoluziona il modo di frenare

Con Sensify, Brembo rivoluziona il modo di frenare

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.