A- A+
Economia


 

banconote euro

I dati Istat su retribuzioni e redditi "tradotti in cifre significano che una famiglia di 3 persone ha avuto nel 2012 una perdita del potere d'acquisto equivalente a 1.678 euro (1.380 una famiglia di 2 componenti, 1.848 una di 4)". Il calcolo è del Codacons secondo cui si tratta di "una tassa tanto invisibile quanto spietata, dato che sta dissanguando gli italiani nell'indifferenza delle istituzioni, a cominciare dal Governo".

Per il Codacons, "purtroppo e' dall'introduzione dell'euro, nel 2002, che stipendi e pensioni non sono piu' adeguati all'inflazione reale. E' questo il problema numero 1 dell'Italia ed e' per questo che i risparmi sono in caduta libera. Dopo un'erosione durata 11 anni, infatti, oggi per due terzi degli italiani il reddito non e' piu' sufficiente.

Ecco perche'", conclude l'associazione dei consumatori, "la chiave di volta per uscire dalla crisi e per rilanciare consumi e crescita e' la rivalutazione delle pensioni e delle retribuzioni dei dipendenti pubblici, congelate da troppi anni, ed il blocco, almeno fino al 2015, di tutte le tariffe, dall'acqua alla Tares, dalle multe per le violazioni al codice della strada ai pedaggi autostradali. Questa deve essere la priorità del prossimo Governo".

Tags:
crisicontoeurorisparmi

i più visti

casa, immobiliare
motori
Peugeot 308 cambia faccia con la nuova sw

Peugeot 308 cambia faccia con la nuova sw


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.