A- A+
Economia
Uccisi dalla crisi: la rivoluzione degli italiani parte da Milano

In una Milano buia e piovosa si aggira un corteo di fantasmi con mille candele. Sono i piccoli imprenditori disperati, gli artigiani strozzati dal fisco, i pensionati da 500 euro al mese, le vedove degli imprenditori suicidi, tutti fantasmi per lo Stato, che hanno aderito alla fiaccolata del Comitato popolare 580 c.p. e del Coordinamento 9 dicembre, e che venerdì 4 aprile hanno invaso le strade del centro del capoluogo lombardo.

Cittadini senza voce né partito che hanno voglia di ribellarsi e di dire basta a una classe politica che continua ad ignorarli e a vessarli. "Ci sono anziani con la pensione minima che si sono sentiti dire da Equitalia che dovevano pagare perché hanno una casa e la casa produce reddito", ha raccontato in Piazza Affari, sotto l'emblematico dito di Cattelan (quantomai appropriato per i temi della manifestazione), il sindaco di Asolo.

E poi gli altri, da Giuseppe Iudici all'economista Claudio Borghi, tutti a urlare la disperazione di un Paese messo in ginocchio da un Palazzo sempre più scontato.

Una toccante e significativa manifestazione, seguita da diversi media (in diretta il collegmento video con la trasmissione Virus di Nicola Porro), a cui Affaritaliani.it ha partecipato documentando tutto con una serie di video.

 

 

 

Tags:
crisiimprenditorimilano
i più visti
in evidenza
Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

Esportazioni

Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane


casa, immobiliare
motori
Peugeot presenta la 208 nell’allestimento Like

Peugeot presenta la 208 nell’allestimento Like

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.