A- A+
Economia
Imprese, Renzi prepara l' Investment compact . Anche le assicurazioni finazieranno le Pmi

"Pronto un pacchetto di investimenti, finanza e fisco aiuteranno la crescita". Il ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan prova a dare un'iniezione di fiducia al Paese, quella fiducia che, come ha ricordato il presidente del Cosiglio Matteo Renzi nella conferenza stampa di fine anno, rischia sparire, lasciando l'economia ancora nelle secche della recessione. Secondo Padoan "a livello globale la situazione sta migliorando: l'euro continua a svalutarsi sul dollaro e il prezzo del petrolio si sta stabilizzando su livelli molto bassi, fatto notevole per un Paese importatore come l' Italia. Più in generale, i dati delle ultime settimane dicono che il rallentamento dell' economia italiana è finito. Inoltre, le misure già messe in campo dal Governo e le altre che verranno prese daranno i loro frutti nel 2015".
  
"Più in generale - continua il ministro dell'Economia - i dati delle ultime settimane dicono che il rallentamento dell'economia italiana è finito. Inoltre, le misure già messe in campo dal governo e le altre che verranno prese daranno i loro frutti nel 2015". Sul Pil 2014 "attendo i dati definitivi. Quanto agli Stati Uniti, crescono molto di più, non solo dell'Italia ma di tutta la zona euro, per due ragioni: sono un'unione monetaria molto più integrata e flessibile dell'eurozona; hanno scelto di affrontare la crisi prima rimettendo in sesto il sistema finanziario e lasciare in un secondo momento l' aggiustamento fiscale, il contrario di quanto abbiamo fatto in Europa".

Per la crescita, annuncia Padoan, è in arrivo "un pacchetto per gli investimenti che definiamo "Investment compact". Misure fiscali a sostegno delle piccole e medie imprese, in particolare quelle innovative, anche attraverso un rifinanziamento del Fondo di garanzia. Misure di finanza per la crescita, per consentire anche a intermediari non bancari, come le assicurazioni, di aumentare la possibilità di fornire direttamente credito alle imprese. Misure per l'attrazione degli investimenti dall'estero superando il cosiddetto rischio regolatorio, evitando cioè che un'impresa che si insedi in Italia subisca imprevisti cambi delle regole fiscali e amministrative. Misure a sostegno delle attività culturali per favorire gli investimenti privati nel settore".

Padoan ribadisce infine che la situazione in Grecia non rischia di espandersi ad altri Paesi dell'area. "C'è un'importante differenza rispetto al 2010-2011. Il rischio contagio non c'è più perchè nel frattempo si sono verificate due circostanze: l'unione bancaria e la determinazione con cui il presidente della Bce, Mario Draghi, ha assicurato ogni intervento per salvaguardare la stabilità dell' euro. Oggi c'è la consapevolezza che la crisi greca e' circoscritta alla Grecia stessa".

Tags:
crisipadoaninvestimenti
i più visti
in evidenza
Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

Esportazioni

Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane


casa, immobiliare
motori
Citroën Ami 100% ëlectric: la rivoluzione della mobilità urbana è in vetrina

Citroën Ami 100% ëlectric: la rivoluzione della mobilità urbana è in vetrina

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.