BANNER

Preoccupato dalla pressione fiscale (36%) e poco incoraggiato dalle scarse soluzioni concrete proposte dalle istituzioni, (28%), oltre un imprenditore italiano su due (52%) vorrebbe trasferirsi all'estero, in particolare in Germania (34%) o nei Paesi nordici (29%).

E' quanto emerge da uno studio realizzato da Found!, realizzato intervistando circa 120 imprenditori per analizzare e delineare quali sono le loro preoccupazioni e le loro aspettative oggi. Spinti dalla voglia di emergere o piu' semplicemente eredi di una lunga tradizione familiare, gli imprenditori oggi cercano di resistere all'interno del mercato investendo principalmente sul costo (31%) e la qualita' (23%) del proprio prodotto-servizio.

"Con questo studio volevamo intercettare le ansie e le preoccupazioni che in tempi difficili impensieriscono gli imprenditori italiani - spiega Saro Trovato, sociologo, mood maker e fondatore di Found!, la prima mood communication agency in Italia - Purtroppo la situazione che si e' venuta a delineare non e' delle piu' semplici, e la cosa che piu' preoccupa e' il fatto che sempre piu' imprenditori si sentono abbandonati a se stessi, con conseguente voglia di spostare la propria attivita' in un altro Paese". Ma quali sono le caratteristiche che deve assolutamente avere un imprenditore di successo? Per la maggioranza (61%) alla base ci deve essere una consistente solidita' finanziaria. Altri ritengono sia imprescindibile avere come requisiti fondamentali l'ambizione (56%) e attorniarsi di collaboratori e dipendenti fidati (48%). Quasi uno su 3 (26%) ammette inoltre che a spingerlo a fare impresa sono stati motivi anche di carattere pratico, affermando di aver continuato l'attivita' imprenditoriale di tradizione familiare che si tramanda di generazione in generazione.

2013-11-30T13:26:02.437+01:002013-11-30T13:26:00+01:00truetrue1466116falsefalse3Economia/economia413096369572013-11-30T13:26:02.517+01:009572013-11-30T16:51:59.83+01:000/economia/crisiimprenditore-vorrebbe-andare-estero301113false2013-11-30T13:32:55.913+01:00309636it-IT102013-11-30T13:26:00"] }
A- A+
Economia

 

 

estorsione soldi

BANNER

Preoccupato dalla pressione fiscale (36%) e poco incoraggiato dalle scarse soluzioni concrete proposte dalle istituzioni, (28%), oltre un imprenditore italiano su due (52%) vorrebbe trasferirsi all'estero, in particolare in Germania (34%) o nei Paesi nordici (29%).

E' quanto emerge da uno studio realizzato da Found!, realizzato intervistando circa 120 imprenditori per analizzare e delineare quali sono le loro preoccupazioni e le loro aspettative oggi. Spinti dalla voglia di emergere o piu' semplicemente eredi di una lunga tradizione familiare, gli imprenditori oggi cercano di resistere all'interno del mercato investendo principalmente sul costo (31%) e la qualita' (23%) del proprio prodotto-servizio.

"Con questo studio volevamo intercettare le ansie e le preoccupazioni che in tempi difficili impensieriscono gli imprenditori italiani - spiega Saro Trovato, sociologo, mood maker e fondatore di Found!, la prima mood communication agency in Italia - Purtroppo la situazione che si e' venuta a delineare non e' delle piu' semplici, e la cosa che piu' preoccupa e' il fatto che sempre piu' imprenditori si sentono abbandonati a se stessi, con conseguente voglia di spostare la propria attivita' in un altro Paese". Ma quali sono le caratteristiche che deve assolutamente avere un imprenditore di successo? Per la maggioranza (61%) alla base ci deve essere una consistente solidita' finanziaria. Altri ritengono sia imprescindibile avere come requisiti fondamentali l'ambizione (56%) e attorniarsi di collaboratori e dipendenti fidati (48%). Quasi uno su 3 (26%) ammette inoltre che a spingerlo a fare impresa sono stati motivi anche di carattere pratico, affermando di aver continuato l'attivita' imprenditoriale di tradizione familiare che si tramanda di generazione in generazione.

Tags:
crisiimprenditoreestero
S
i più visti
in evidenza
Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

verso un mondo più sostenibile

Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente


casa, immobiliare
motori
Quattro giorni di festa per le 111 candeline di Alfa Romeo

Quattro giorni di festa per le 111 candeline di Alfa Romeo

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.