A- A+
Economia
Enel è Global Compact LEAD Company per il decimo anno consecutivo
Starace, AD di Enel

Enel riconfermata azienda LEAD del Global Compact, riconoscimento che il Gruppo detiene dal 2011.

Enel è stata riconfermata azienda LEAD del Global Compact, riconoscimento che il Gruppo detiene dal 2011. Il riconoscimento LEAD del Global Compact celebra le aziende con il più alto impegno verso le iniziative del Global Compact delle Nazioni Unite (UNGC), nonché quelle che sono profondamente impegnate nell’implementazione dei Dieci Principi del Global Compact e degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs) nelle proprie attività aziendali. L'annuncio delle aziende LEAD del 2020 è avvenuto in vista dell'evento #UnitingBusiness LIVE, che si terrà tra il 21 e il 23 settembre 2020. L'evento virtuale, che si svolge durante la 75a sessione dell'Assemblea Generale delle Nazioni Unite, riunisce governi e leader del business e della società civile per sottolineare il loro impegno per gli obiettivi dell'ONU. L'Assemblea generale delle Nazioni Unite di quest'anno si concentrerà sulla necessità di una rinnovata cooperazione globale e sulla ripresa economica dal Covid-19.

La nostra partecipazione attiva al Global Compact delle Nazioni Unite è stata nuovamente riconosciuta con la nostra inclusione, per il decimo anno consecutivo, tra le aziende LEAD. Enel continua, in linea con l'impegno assunto dal Gruppo cinque anni fa in occasione del Summit sullo Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite del 2015, a lavorare instancabilmente nel perseguimento degli SDG, nel rispetto dei Dieci principi del Global Compact”, ha affermato Francesco Starace, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Enel. “L'edizione 2020 segna il quinto anno dall'adozione da parte delle Nazioni Unite dell'Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile e dei 17 SDG, e quest'anno dà il via al “Decade of Action” verso il raggiungimento degli SDGs entro il 2030. Gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile sono fortemente integrati nella strategia di Enel come fattori chiave della crescita del business e guidano il nostro processo decisionale verso l'azione contro il cambiamento climatico, oltre a garantire la fornitura di energia pulita e accessibile".

Il Gruppo Enel partecipa attivamente a quattro delle sette Action Platform del Global Compact delle Nazioni Unite. Le piattaforme riuniscono rappresentanti delle imprese, dei network locali del Global Compact, del mondo accademico, della società civile, del governo e delle Nazioni Unite, per raccogliere conoscenze ed esperienze al fine di trovare soluzioni a problemi globali complessi e interconnessi. In particolare, Enel partecipa alla CFO Taskforce per gli SDG, di cui è patron e il CFO del Gruppo è co-presidente, e alle piattaforme “Business Ambition for Climate and Health”, “Reporting on the SDGs” e “Peace Justice and Strong Institutions - SDG16”. Nell’ambito di questa ultima piattaforma l'Amministratore Delegato di Enel ha firmato lo "Statement from Business Leaders for Renewed Global Cooperation" , lanciato oggi durante il Private Sector Forum.

In qualità di unica azienda italiana a partecipare al programma di tre giorni, il 22 settembre il CEO di Enel, Francesco Starace, parlerà, nell'ambito del Global Impact Forum, durante la sessione “Accelerating Global Climate Action for a 1.5 ° C Future to Recover Better Together”, mentre il 23 settembre interverrà nella sessione “Catalysing Finance and Investment for the Achievement of SDG 7” durante l'SDG Business Forum. Il CFO di Enel, Alberto De Paoli, parteciperà il 21 settembre in qualità di relatore al lancio globale dei “CFO Principles for integrated SDGs, Investment and Finance”, nell'ambito del Private Sector Forum.

Enel celebra inoltre il quinto anniversario dal primo impegno pubblico assunto dal Gruppo verso gli SDG durante il Summit sullo sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite nel 2015. Oltre il 90% dei 28,7 miliardi di euro di investimenti complessivi del Gruppo Enel per il periodo 2020-2022 sono indirizzati direttamente a quattro SDG: SDG 7 (Energia accessibile e pulita), SDG 9 (Industria, innovazione e infrastrutture), SDG 11 (Città e comunità sostenibili), che contribuiscono tutti all’SDG 13 (Agire per il clima), ponendo la lotta al cambiamento climatico al centro della strategia del Gruppo. Enel è inoltre impegnata a promuovere lo sviluppo sociale ed economico (SDG 8) e a sostenere un'istruzione di qualità (SDG 4). Enel contribuisce anche a tutti gli altri SDGs attraverso la promozione di un modello di business sostenibile, perseguendo comportamenti sostenibili e facendo leva sull’SDG 17 per favorire partnership globali per affrontare le molteplici sfide che il mondo ha davanti.

“I CFO svolgono un ruolo di primo piano nella definizione di indicazioni chiare e delle migliori pratiche per rendere la finanza aziendale e gli investimenti un vero motore di crescita sociale. In qualità di membri della CFO Taskforce, siamo tutti impegnati a lavorare al servizio di un nuovo capitalismo degli stakeholder, creando valore sostenibile per le persone e per il pianeta”, ha affermato Alberto de Paoli, CFO di Enel e co-presidente della CFO Taskforce. "I CFO Principles for Integrated SDG Investments and Finance del UNGC rappresentano un solido primo passo per guidare le aziende nell'adozione di strategie finanziarie credibili che integrino pienamente la sostenibilità verso il raggiungimento degli SDGs".

La CFO Taskforce del Global Compact delle Nazioni Unite ha lanciato i primi principi integrati, promossi dall'ONU, per l'integrazione degli SDG nella finanza e negli investimenti. Obiettivo di questi principi è guidare le imprese ad allineare i propri impegni di sostenibilità a credibili strategie di finanza d'impresa, per produrre un impatto reale sugli SDG. I membri della CFO Taskforce del Global Compact dell'ONU hanno evidenziato quattro aree relativamente trascurate ma essenziali per degli investimenti allineati ai principi SDG: impatto e valutazione rispetto agli SDG, integrazione degli SDG nelle strategie e negli investimenti, integrazione degli SDG nella finanza d'impresa, e comunicazione e informativa integrata sugli SDG. L'obiettivo è lavorare con la catena del valore degli investimenti, che comprende investitori, banche, istituti finanziari per lo sviluppo, agenzie di rating, imprese di valutazione della sostenibilità, allo scopo di creare un mercato ampio, liquido ed efficiente per gli investimenti e i flussi di capitali SDG. 

I CFO Principles sono stati definiti dalla segreteria della Taskforce e dai CFO aderenti, consultandosi con oltre 100 stakeholder nel mondo. Per aiutare le imprese a realizzare concretamente i Principi, per i prossimi due anni i membri della Taskforce si sono impegnati a partecipare a gruppi di lavoro che si concentreranno sulla definizione di misure concrete, obiettivi e KPI. 

La CFO Taskforce è la prima iniziativa mondiale in assoluto che coinvolge i CFO con l'obiettivo di dare vita a un dialogo con altri direttori finanziari, investitori, istituti finanziari, e le Nazioni Unite, per condividere idee tese alla promozione della finanza d'impresa sostenibile e di investimenti scalabili nel solco degli SDG fissati dall'ONU. Questa iniziativa fa leva sulle quasi 10.000 imprese che si sono impegnate verso i Principi del Global Compact dell'ONU, e prevederà un sondaggio annuale per monitorare i progressi nella comunità mondiale dei CFO.

 

Commenti
    Tags:
    global compact lead 2020enel global compact lead companyenel global compactenel sviluppo sostenibileenel riconoscimenti aziendauniting business livefrancesco starace enel
    S
    i più visti
    in evidenza
    Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente

    verso un mondo più sostenibile

    Consumi, come tagliare la bolletta rispettando l’ambiente


    casa, immobiliare
    motori
    Nuovo Duster, la rivoluzione del suv firmata Dacia

    Nuovo Duster, la rivoluzione del suv firmata Dacia

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.