A- A+
Economia
Enel, Tesoro cede quota 5,7% e scende al 25,5% del capitale

Il ministero dell'Economia è pronto a mettere sul mercato una quota del 5,7% di Enel, scendendo quindi dal 25,5% al 31,2% nel capitale della societa'. E' quanto riferiscono fonti finanziarie.

"Il Ministero dell'Economia e delle Finanze", si legge nella nota del ministero, "comunica di aver lanciato una procedura accelerata di raccolta ordini per la cessione di n. 540.116.400 azioni ordinarie di Enel corrispondenti a circa il 5,74% del capitale sociale della Societa' attraverso un consorzio di banche costituito da Bofa Merrill Lynch, Goldman Sachs International, Mediobanca e Unicredit Corporate & Investment Banking in qualita' di Joint Bookrunners, e con l'obiettivo di promuovere il collocamento delle suddette azioni presso investitori qualificati in Italia, come definiti all'art. 34-ter, comma 1, lett. b, del regolamento Consob n. 11971/1999, e investitori istituzionali esteri". "I termini finali dell'operazione saranno comunicati dal Mef al termine del collocamento", conclude la nota, "Equita Sim S.p.A. e Clifford Chance hanno assistito il Mef nell'ambito dell'Operazione, rispettivamente in qualita' di advisor finanziario e valutatore ed advisor legale".

Tags:
eneltesorocedecapitale
i più visti
in evidenza
"Rido con Zalone, amo gli horror Only Fun? Sarà sorprendente..."

Elettra Lamborghini ad Affari

"Rido con Zalone, amo gli horror
Only Fun? Sarà sorprendente..."


casa, immobiliare
motori
Ford apre gli ordini per il Ranger Raptor di nuova generazione

Ford apre gli ordini per il Ranger Raptor di nuova generazione

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.