A- A+
Economia
Eni si aggiudica due licenze esplorative in Norvegia
Claudio Descalzi, AD di Eni

Il Ministro del Petrolio e dell'Energia della Norvegia ha assegnato oggi ad Eni due licenze esplorative nel Mare di Barents e nel Mare del Nord, come parte dell'Award norvegese in aree predefinite (APA) 2014. A seguito di questa assegnazione, Eni e' ora operatore dell'area PL 806, nel Mare di Barents, con una quota del 40%, mentre E.On E&P, Edison International e Petoro sono partner con il 20% ciascuno.

Nell'area PL 044 C, nel Mare del Nord, Eni e' partner con una quota del 13,12%, ConocoPhillips (operatore) con una quota del 41,88%, Statoil con il 30% e Total con il 15%. Con queste licenze, Eni conferma la propria strategia a lungo termine sulla piattaforma continentale norvegese, in particolare nel Mare di Barents. Eni e' presente in Norvegia dal 1965 e produce attualmente circa 112.000 boe al giorno attraverso la controllata Eni Norge.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
eninorvegiadescalzi
i più visti
in evidenza
Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

Corporate - Il giornale delle imprese

Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività


casa, immobiliare
motori
Nuova KIA EV6: arriva in Italia la rivoluzione elettrica coreana

Nuova KIA EV6: arriva in Italia la rivoluzione elettrica coreana

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.