A- A+
Economia
Etro nel mirino di Arnault. L-Catterton apre il dossier

Dopo Birkenstock, il miliardario francese della moda Bernard Arnault mette nel mirino anche il marchio italiano Etro. Dopo esser finito già nel radar dai fondi di private equity, prima dell’esplosione della pandemia di Covid-19, il fondo internazionale L-Catterton partecipato dal colosso del lusso Lvmh, ha aperto il dossier Etro.

Fondato alla fine degli anni anni 60 da Gimmo Etro, le redini del comando della maison sono ora in mano alla seconda generazione: i figli Jacopo, Kean, Veronica e Ippolito con cui collabora da settembre l’ex Ceo di Valentino Stefano Sassi.

Secondo quanto ha riportato il Sole 24 Ore, il virus nell’ultimo anno ha impattato pesantemente sulla marginalità di tutto il settore e anche sui numeri di bilancio del gruppo milanese con un ebitda 2019 passato da 22,49 milioni del 2018 ai 15,7 milioni del 2019.

Commenti
    Tags:
    etrol cattertonbernard arnault
    Loading...
    Loading...
    i più visti
    in evidenza
    "Zone rooosse per teeee..." Speranza sulle note di Ranieri

    Covid vissuto con ironia

    "Zone rooosse per teeee..."
    Speranza sulle note di Ranieri


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Lexus presenta il Nuovo UX Hybrid Deep Sky

    Lexus presenta il Nuovo UX Hybrid Deep Sky

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.