A- A+
Economia
Ex Ilva approva finalmente il bilancio. Il cronoprogramma sullo Stato al 60%
Lapresse

Fuori tempo massimo (la normativa Covid ha esteso al 30 giugno il termine ultimo per l’approvazione), il consiglio di amministrazione di Acciaierie d'Italia, secondo quanto risulta a Radiocor, ha approvato il progetto di bilancio 2020 e ha fissato l'assemblea per il 21 luglio in prima convocazione e il 2 agosto in seconda.

L’ok ai conti 2020 dell'ex Ilva è dunque arrivato dopo un'attesa durata molte settimane per la società controllata da Am InvestCo Italy e Invitalia (con partecipazioni rispettivamente del 62% e 38% ma con diritti di voto 50%-50%) e ora tutti gli stakeholder, a cominciare dai sindacati e dalla comunità tarantina, si attendono un cambio di passo nella gestione dell'impianto sia dal punto di vista produttivo in ottemperanza ai target fissati dagli accordi del coinvestimento pubblico-privato di dicembre 2020 sia dal punto di vista della riconversione “green” degli inquinanti altiforni.

Giancarlo Giorgetti
 

Anche perché nonostante la vivacissima domanda per la ripresa economica che spinge i prezzi alle stelle, l’azienda ha appena fatto partire una nuova tranche di cassa integrazione ordinaria per 13 settimane che interessa fino a 4 mila addetti a Taranto e quasi mille in Liguria. Gli occhi sono puntati sull’incontro dell’8 luglio al Ministero dello Sviluppo fra Giancarlo Giorgetti, Acciaierie Italia e le associazioni di rappresentanza dei lavoratori. Incontro in cui alla presenza del ministro del Lavoro Andrea Orlando verranno discusse le prospettive industriali del gruppo e la situazione occupazionale.

A quanto risulta, dal sindacato si attendono anche dei passi avanti rispetto all’ultimo incontro del 14 maggio, in cui il numero uno del Mise aveva fatto sapere a Fiom, Fim e Uilm di voler anticipare i tempi - rispetto a maggio 2022 - per l'ulteriore iniezione di capitale pubblico nell’azienda (680 milioni) tramite Invitalia per salire al 60%. Accelerazione su cui Giorgetti si era detto ottimista. In sostanza, le sigle delle tute blu si aspettano un cronoprogramma con gli step precisi di questa accelerazione che avrà al centro anche l’individuazione di un nuovo amministratore delegato al posto di Lucia Morselli, nomina che dovrà ricevere anche il placet del socio indiano di minoranza.

Ed è su questa figura che è gli stakeholder si interrogano, visto che, come spiegano alcune fonti vicine al dossier, dev’essere un manager che viene dal settore, con forte expertise di acciaio. E in Italia di figure con queste skill non ce ne sono molte. Il manager dovrà poi disegnare il nuovo piano industriale in cui inserire la grande sfida dell’acciaio verde per mettere finalmente la parola fine al drammatico trade off lavoro-salute. 

@andreadeugeni

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    acciaierie italiaex ilvafranco bernabè acciaierie italialucia morselligiancarlo giorgetti
    i più visti
    in evidenza
    Affari continua a salire Ad agosto crescita del 40%

    Dati audiweb

    Affari continua a salire
    Ad agosto crescita del 40%


    casa, immobiliare
    motori
    Nuova Ford Focus: un accurato restyling aggiorna look e tecnologie

    Nuova Ford Focus: un accurato restyling aggiorna look e tecnologie

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.