A- A+
Economia
Francia, biglietti a un euro: parte il treno low cost

Inaugurato nel Languedoc-Roussillon il primo treno a un euro. L'obiettivo è quello di riempire i vagoni in un momento in cui il carpooling fa sempre più proseliti. Un obiettivo tanto più importante alla luce del fatto che il Languedoc-Roussillon ha rinnovato negli ultimi anni tutti i suoi treni.

L'esperimento condotto nel 2011 su cinque linee regionali ha triplicato il numero di viaggiatori sulle rotte interessate, da 200.000 del 2012 a poco più di 650.000 di quest'anno.

Se il progetto sembra interessante, in realtà è meno ambizioso di quanto originariamente pensato da Georges Freche, il predecessore di Christian Bourquin a capo del Consiglio regionale. Il prezzo di un euro dovrebbe realmente applicarsi a 460.000 posti all'anno, pari a circa il 5% degli spostamenti. E nei limiti dei posti disponibili. Un treno apprezzato dai clienti, insomma, avrà poche possibilità di essere in grado di offrire posti a questo prezzo.

Tags:
languedoc-roussillontrenolow cost
i più visti
in evidenza
Energia e misurabilità ESG Svolta nel libro di Dal Fabbro

Transizione green

Energia e misurabilità ESG
Svolta nel libro di Dal Fabbro


casa, immobiliare
motori
DS3 E-Tense Crossback:protagoniste alla Marina di Santa Margherita Ligure

DS3 E-Tense Crossback:protagoniste alla Marina di Santa Margherita Ligure

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.