A- A+
Economia

Nel 2013 il Pil della Germania ha registrato un aumento pari a +0,4%, in rallentamento rispetto al 2012 (+0,7%) e al 2011 (+3,3%). La crescita dello scorso anno e' stata leggermente inferiore alle stime degli economisti (+0,5%).

La spesa per investimenti e' risultata negativa sia nelle costruzioni (-0,3%) e sia nei macchinari -2,2%. Spesa pubblica +1,1%, spese per consumi +0,9%. In netta decelerazione le esportazioni (+0,6% da +3,2% del 2012), stabili le importazioni (+1,3% da +1,4% del 2012). I dati sono stati diffusi dall'istituto federale di statistica.

Nel 2013 il rapporto deficit/pil della Germania e' stato pari a -0,1%, ben al di sotto del limite di -3% del Patto di stabilita' e crescita della Ue. Lo scorso anno, Berlino aveva chiuso i conti pubblici in surplus con un rapporto deficit/pil pari a +0,1%. Il leggero peggioramento e' legato alle minore crescita del Pil registrata lo scorso anno (+0,4% contro +0,7% del 2012) ed agli esborsi legati ai piani di aiuto finanziario agli altri paesi dell'Eurozona. I dati sono stati diffusi dall'istituto federale di statistica.

Tags:
germanipilcrisi
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Jeep Gladiator: il pick-up da off-road

Jeep Gladiator: il pick-up da off-road


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.