A- A+
Economia
Il governo tedesco ad Affaritaliani.it: l'Italia rispetti il patto Ue


Di Alberto Maggi (@AlbertoMaggi74)


Nessuna violazione del patto di stabilità è consentita. La Germania su questo non intende cambiare rotta. Il governo Renzi è alle prese con una crescita economica ancora molto debole, se non addirittura pari a zero. E ogni giorno si susseguono voci di una manovra correttiva in autunno, puntalmente smentite o dal premier o dal ministero dell'Economia. Che fare dunque? Qualcuno ipotizza che si possa andare oltre le regole dell'Eurozona, in particolare sforando quest'anno il tetto del 3% del rapporto deficit-Pil ed evitando così un intervento straordinario dopo l'estate. Ma una fonte del ministero delle Finanze tedesco, contattata da Affaritaliani.it direttamente a Berlino, ricorda che "tutti i paesi dell'Eurozona, Italia inclusa, si sono trovati d'accordo sul fatto che i parametri europei vanno rispettati". Non solo, questa - ricordano dalla capitale tedesca - non è "una posizione di Berlino ma di tutti gli stati membri". Non solo. Una maggiore flessibilità evocata più volte da Renzi "va comunque applicata all'interno dello stesso patto di stabilità". E infine, alla domanda se le cose possano cambiare, la risposta del ministero delle Finanze della Repubblica Federale è chiara: "No. Per il momento nessun governo dell'Eurozona ha in mente modifiche in tal senso".

Tags:
germania
i più visti
in evidenza
Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane

Esportazioni

Simest, la qualità a supporto della competitività delle pmi italiane


casa, immobiliare
motori
Mercedes Benz punta ad essere l’auto di maggior valore al mondo

Mercedes Benz punta ad essere l’auto di maggior valore al mondo

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.