A- A+
Economia
Grecia, Merkel: "Se l'Euro fallisce, fallisce l'Europa"

JUNCKER IN GRECO: LA GRECIA E' EUROPA, L'EUROPA E' LA GRECIA

Grecia, il day after: il Paese sull’orlo del baratro chiude la Borsa e le banche, il possibile default sconvolge le Borse e fa schizzare lo spread, mentre dalle cancellerie di mezzo mondo - Europa, ma anche da Pechino e dalla Russia - si inseguono gli appelli perché la crisi si risolva senza frantumare la moneta unica. Perché "se l’euro fallisce, l’Europa fallisce", ha detto lunedì mattina la cancelliera Angela Merkel, chiedendo che sulla Grecia «si arrivi a un compromesso"

"Se l'euro fallisce, l'Europa fallisce", ha detto la Cancelliera tedesca Angela Merkel, che sulla Grecia auspica "un compromesso". Merkel ha spiegato che il fallimento dell'euro sarebbe il fallimento dell'Europa e ha dunque chiesto di arrivare ad un compromesso sulla Grecia. La cancelliera ha parlato davanti ai rappresentanti del partito conservatore, all'indomani della rottura delle trattative con Atene. "Se perdiamo la capacita' di trovare dei compromessi - ha aggiunto - allora l'Europa si perde".

Le istituzioni non hanno mai posto un "ultimatum" alla Grecia e lo spirito e' sempre stato europeo: come ha detto il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker, "l'uscita della Grecia dall'Euro non e' mai stata un'opzione". Il gioco del governo Tsipras di essere da solo contro gli altri 18 paesi della moneta unica "non conviene a nessuno, e soprattutto non conviene alla grande nazione greca" ha detto Juncker, dicendo di "avere fatto di tutto per arrivare a un accordo, cosi' come il presidente dell'Eurogruppo, e non meritiamo le critiche che ci piovono addosso". L'Europa funziona "se lavora per l'interesse comune e non se e' teatro di scontri fra interessi nazionali". Lo ha detto il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker, dicendo di sentirsi "un po' tradito" da quanto successo nei giorni scorsi. Le istituzioni impegnate nel negoziato con la Grecia non hanno messo sul tavolo nessun taglio dei salari, ne' delle pensioni. Lo ha precisato il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker parlando dell'ultima proposta messa sul tavolo dai creditori di Atene e sulla quale si e' rotto il negoziato dopo l'annuncio del referendum, sabato scorso.

 
La situazione nel Paese è drammatica. Con il via ai controlli sui capitali e un tetto di 60 euro sui prelievi ai bancomat (ma nessuna soglia per le carte emesse da banche straniere), la Grecia è in ginocchia e rischia di affossare l'intera Eurozona. Il ministro delle Finanza, Yanis Varoufakis si appella così ai governi "perché scongiurino il disastro", ma i partner europei non sembrano troppo preoccupati. In un'intervista al Corriere della Sera, il ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan mostra tranquillità: "Non siamo nel 2011, le istituzioni hanno armi per combattere la speculazione. Non c'è nessun rischio per il debito italiano".

Renzi, derby euro contro dracma no Ue contro Tsipras - "The point is: greek referendum won't be a derby EU Commission vs Tsipras, but euro vs dracma. This is the choice". Ossia: "La questione e': il referendum greco non sara' un derby tra Commissione europea e Tsipras, ma euro contro dracma". E' il tweet in inglese del presidente del Consiglio, Matteo Renzi, sul referendum indetto dal premier greco Tsipras.

Grecia: governo, domani non pagheremo 1,6 mld a Fmi - Domani la Grecia non paghera' il prestito di 1,6 miliardi di euro al Fondo Monetario Internazionale. Lo riferisce un funzionario dell'esecutivo ellenico.

S&P taglia rating a CCC- da CCC - Standard&Poor's ha tagliato il rating della Grecia a CCC- da CCC. Lo riferisce l'agenzia. Oggi c'e' il 50% delle possibilita' che la Grecia esca dall'Eurozona aggiunge l'agenzia .

Tags:
commissione uegreciaeuro
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Nuova Mercedes AMG GT Coupe’4, sempre più ‘sartoriale’

Nuova Mercedes AMG GT Coupe’4, sempre più ‘sartoriale’


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.