A- A+
Economia
Grecia/ Piano delle riforme Tsipras-Ocse. Ok Ue a estensione dei debiti. Berlino frena

di Andrea Deugeni
twitter11
@andreadeugeni

Mercati finanziari/ Le borse chiudono in rialzo, ma frenano nel finale dopo l'intervento a Istanbul del ministro delle Finanze tedesco, Wolfgang Schaeuble, che definisce falsa la notizia di un accordo tra Atene e Bruxelles. In precedenza i mercati erano tornati a sperare in un accordo tra Grecia e Ue, sulla scia delle indiscrezioni che vogliono Bruxelles disposta a concedere ad Atene un'estensione di sei mesi dei debiti in scadenza. Atene chiude in rialzo del 7,98%. Londra cede lo 0,12% a 6.829,12 punti, Francoforte avanza dello 0,75% a 10.745 punti, a Milano l'indice Ftse Mib sale dell'1,76% a 20.725,63 punti, Parigi guadagna lo 0,96% a 4.695,65 punti e Madrid si issa dell'1,19%.

Sembra iniziare a prendere forma il compromesso sulla rinegoziazione del debito che la Grecia e i suoi partner della Ue potrebbero iniziare a discutere durante l'Eurogruppo di domani. Per quanto la portavoce di Palazzo Berlaymont, Mina Andreeva, parli ufficialmente di "aspettative basse", fonti comunitarie hanno riferito all'agenzia Mni che la Commissione Europea intende proporre ad Atene un'estensione di sei mesi dei debiti in scadenza in modo da dare respiro alla Grecia fino a settembre, quando il governo Tsipras dovrebbe far partire il pacchetto di riforme elaborato insieme all'Ocse.  Anche se arriva subito la smentita della notizia da parte di Berlino: "Sono sbagliate le notizie secondo le quali la Grecia potrebbe avere altri sei mesi per rinegoziare il debito", ha detto il ministro delle finanze tedesco Wolfgang Schaeuble al G20 di Istanbul.

Ad aver accorciato le distanze tra Atene e Bruxelles potrebbero aver contribuito i dettagli della proposta di accordo che il ministro delle Finanze ellenico, Yanis Varoufakis, intende sottoporre domani all'Eurogruppo. Il governo Tsipras infatti si è mostrato disposto a mantenere "il 70%" degli impegni stretti con la Troika. A condurre la Commissione Europea su più miti consigli possono inoltre aver contribuito le dichiarazioni del ministro della Difesa, Panos Kammenos, che ha alluso alla possibilità che la Grecia, in mancanza di un'intesa con la Ue, possa bussare alla porta della Russia in cerca di finanziamenti, una prospettiva che avrebbe conseguenze geopolitiche imprevedibili.

Così, mentre i mercati tornano a sperare in un accordo tra Grecia e Ue sulla scia delle indiscrezioni che vogliono Bruxelles disposta a concedere ad Atene un'estensione di sei mesi dei debiti in scadenza, il nuovo governo ellenico guidato da Alexis Tsipras sta terminando di mettere a punto il programma di riforme che verrà presentato domani all'Eurogruppo dal ministro delle Finanze, Yanis Varoufakis, e il giorno dopo dallo stesso Tsipras al Consiglio Europeo. Un programma in dieci punti che, come noto, si avvarrà della consulenza del segretario generale dell'Ocse, Angel Gurria, che domani incontrerà Tsipras per aiutarlo a dare i tocchi finali al piano. L'obiettivo del primo ministro greco è convincere i riluttanti partner comunitari a concedere ad Atene un finanziamento ponte che le consenta di superare lo scoglio dei 6,7 miliardi di euro di prestiti da rimborsare alla Bce tra luglio e agosto per poi varare da settembre un pacchetto di misure che rilancino l'economia e mantengano sostenibili i conti senza passare per misure di austerità.

L'obiettivo principale è quindi una riforma del fisco che cancelli i privilegi dei quali godono in particolare gli armatori, la cui esenzione dalle tasse sugli utili è addirittura prevista dalla Costituzione. La proposta di "prestito ponte" avanzata da Atene prevede un innalzamento di 8 miliardi di euro del limite massimo di 15 miliardi di euro fissato per le emissioni di debito. Atene chiede inoltre che la Bce le rimborsi gli 1,9 miliardi di euro di profitti incamerati grazie ai rendimenti dei titoli di Stato greci. Infine, Tsipras vuole avere facolta' di utilizzare gli 11 miliardi di euro rimasti nel fondo di liquidità di emergenza Ela per finanziare società indebitate diverse dalle banche, che possono ora contare su altri 60 miliardi di euro di fondi messi a disposizione della Bce. Quanto al piano di riforme in dieci punti steso in collaborazione con l'Ocse, il governo greco chiede che vada a sostituire la terza parte del pacchetto di riforme concordato con la Troika.

Tags:
greciapianoriformetsiprasocsegurriaeuro
i più visti
in evidenza
Fedez e J-Ax, pace fatta "Un regalo per Milano e..."

La riconciliazione

Fedez e J-Ax, pace fatta
"Un regalo per Milano e..."


casa, immobiliare
motori
Marco Antonini (Citroen) vince il Ceo For Life Award Italia

Marco Antonini (Citroen) vince il Ceo For Life Award Italia

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.