A- A+
Economia
Guerra Russia-Ucraina, un danno a export nazionale e made in Italy da 10 mld
Lorenzo Zurino, presidente del Forum Internazionale dell'Export

Guerra Russia-Ucraina, Lorenzo Zurino (presidente FIE): "Ripercussioni su export made in Italy da oltre 10 miliardi l'anno"

“Siamo in un momento tragico che colpisce, non solo l'Europa ma il Mondo intero e questo incide di conseguenza, sul commercio estero. I dati sulle ripercussioni economiche provocate dalla tragica guerra tra Russia e Ucraina, dimostrano che perdiamo dalla Federazione Russa 7.7 miliardi di euro dì export”. A dichiararlo è Lorenzo Zurino, presidente del Forum Italiano dell’Export.

“C’è però una grande concentrazione solo sui dati della Federazione Russa”, continua Zurino. “Ricordo invece che noi vendevamo anche in Ucraina e, se è vero che il valore della nostra esportazione in Ucraina supera i 3 miliardi, dobbiamo iniziare a dire che stiamo perdendo 11 miliardi di euro di prodotto italiano. Dobbiamo quindi renderci conto questa guerra, dal punto di vista economico, ci costa più di 10 miliardi di fatturato e le sue conseguenze, rischiano di ripercuotersi negativamente su tutto l’export italiano, rappresentando una batosta pesantissima, in particolare per le piccole imprese”.

“I settori italiani”, prosegue, “con la maggiore concentrazione di micro e piccole imprese, soprattutto alimentari, moda, mobili, legno, metalli, vendono in Russia prodotti per 2.684 milioni di euro, pari al 34,9% delle nostre esportazioni nel Paese. Con l’inevitabile rottura dei rapporti, avremo gravi conseguenze sui flussi commerciali, riportando ulteriori effetti sul prezzo dei beni energetici e delle materie prime, con conseguenti ripercussioni sul settore agroalimentare italiano, che rappresenta quasi il 10% del fatturato totale dell’export dell’Italia in Russia”.

“Esportiamo in Russia per 9,8 miliardi: il blocco significa la morte del Made in Italy. Non è possibile pensare che si ricomincerà da zero dopo la pace, la guerra ci avrà rubato tempo passione. Fin dall’inizio della guerra ho sostenuto che il Commercio Estero potesse essere una leva per abbattere i muri e creare invece “ponti” di pace. E qui torno sull’importanza di utilizzare gli strumenti dell’Istituto per il Commercio Estero. Attraverso il Forum Italiano dell’Export diciamo da anni che la presenza capillare di sedi in tutto mondo dell’ICE, se utilizzata con competenza, intelligenza, massima organizzazione e, sfruttando appieno tutte le potenzialità dell’ente, può fare la differenza per il rilancio del nostro Made in Italy”, conclude Lorenzo Zurino.     

                         

Leggi anche: 

Affaritaliani.it alla Conferenza programmatica di Fratelli d'Italia a Milano

FdI, j'accuse di Meloni alla stampa. I gesti sono eloquenti. Il video

Vittorio Feltri alla Conferenza FdI. Video. "Nel mio futuro c'è una tomba..."

Filippo Facci alla Conferenza FdI. Video. "Meloni mi ha chiamato alle 23.25"

Sondaggio, Zaia il governatore più amato. Sindaci, Sala batte Gualtieri

Putin e la guerra nucleare? Un grande immenso bluff. Come nel poker...

Intesa Sanpaolo: diffuso il nuovo piano di azionariato del gruppo

Primo maggio, Mattarella: "Costo ripresa non siano morti sul lavoro". VIDEO

Il gruppo Iren acquisisce il 100% del capitale sociale di SAP

Costa Venezia parte da Istanbul alla scoperta di Turchia e Grecia

 

Commenti
    Tags:
    exportguerrarussiaucraina




    
    in evidenza
    Affari in rete/ Chiara Ferragni-Fedez, social impazziti: i meme più divertenti sulla presunta rottura

    Guarda le foto

    Affari in rete/ Chiara Ferragni-Fedez, social impazziti: i meme più divertenti sulla presunta rottura


    motori
    BMW Italia e AC Milan lanciano la Campagna '+ Diversity is More'

    BMW Italia e AC Milan lanciano la Campagna '+ Diversity is More'

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.