A- A+
Economia

IMMATRICOLAZIONI AD APRILE CROLLANO DEL 10,83% - In forte calo le immatricolazioni auto: ad aprile le vendite di auto nuove sono state 116.209 con una variazione di -10,83% rispetto ad aprile 2012, durante il quale ne furono immatricolate 130.321. A marzo sono state invece immatricolate 132.507 autovetture, con una variazione di -4,54% rispetto a marzo 2012. Sempre ad aprile, sono stati registrati 340.515 trasferimenti di proprietà di auto usate, con una variazione di +4,01% rispetto ad aprile 2012. Nel mese di aprile il volume globale delle vendite (456.724 autovetture) ha dunque interessato per il 25,44% auto nuove e per il 74,56 % auto usate.

FIAT

AD APRILE QUOTA MERCATO FIAT AL 30,20% - Ad aprile la quota di mercato in Italia di Fiat Group Automobiles e' del 30,20%, in calo rispetto a 31,36% di aprile 2012 e in aumento del 28,75% di marzo scorso. Sempre ad aprile, il calo delle immatricolazioni e' del 14,4%. Nei primi quattro mesi del Lingotto, la quota e' stata del 29,31% contro il 28,72% del 2012.

Ancora una volta le quattro posizioni di vertice della classifica delle auto piu' vendute sono occupate da vetture del Gruppo Fiat: Panda, Punto, Ypsilon e 500. Continua la costante e decisa crescita della 500L (un anno fa non ancora commercializzata) che si conferma la vettura piu' venduta nel suo segmento. Il marchio Fiat ha immatricolato in aprile 25.500 vetture e ha ottenuto una quota del 21,9 per cento, 0,2 punti percentuali in piu' rispetto ad aprile 2012. Oltre 103 mila le registrazioni del marchio nel progressivo annuo per una quota del 21,9 per cento, in aumento di 2 punti percentuali rispetto al primo quadrimestre 2012. Tra i modelli del brand sono da segnalare i risultati ottenuti da Panda, Punto e 500. La prima e' la vettura piu' venduta del mese con oltre 9.300 esemplari e una quota nel segmento A del 39,3 per cento. La Punto e' la seconda vettura piu' venduta nel mese: quasi 6.400 unita' e il 18,2 per cento di quota nel segmento B. Quarta vettura piu' venduta in assoluto e' la 500, con oltre 4.600 immatricolazioni e quota al 19,6 per cento nel segmento A.

Va messo in evidenza il risultato ottenuto dalla Fiat 500L, anche grazie all'ampliata gamma motori, che a pochi mesi dal lancio con 2.400 immatricolazioni domina il suo segmento con una quota del 34,4 per cento. Bene anche il Freemont, primo nel suo segmento con oltre mille registrazioni e una quota del 27,9 per cento. Ad aprile Lancia immatricola oltre 6.100 vetture per una quota del 5,3 per cento, in aumento rispetto a marzo 2013 di 0,9 punti percentuali. Nel primo quadrimestre dell'anno le immatricolazioni del brand sono quasi 21.500 e la quota e' del 4,5 per cento. Lancia Ypsilon, dopo gli ottimi risultati ottenuti nei primi tre mesi dell'anno, anche in aprile si conferma auto molto apprezzata dagli acquirenti. Con una quota del 15 per cento nel segmento B e' infatti al terzo posto nella top ten, anche grazie alle versioni Elefantino Blu ed EcoChic Metano che stanno conquistando quote di mercato sempre maggiori. Alfa Romeo in aprile immatricola 3 mila vetture e ottiene una quota del 2,55 per cento, in crescita rispetto a marzo 2013 di 0,15 punti percentuali. Nel primo quadrimestre dell'anno le Alfa Romeo immatricolate sono 11.500 e la quota e' del 2,4 per cento. Giulietta, il modello di punta del marchio, si conferma molto apprezzata tra le "medie": con una quota del 13,5 per cento e' nelle posizioni di vertice del segmento C. Le Jeep immatricolate in aprile sono quasi 500 e la quota di mercato e' dello 0,4 per cento. Poco meno di 2.200 le registrazioni nel primo quadrimestre dell'anno, per una quota dello 0,5 per cento, la stessa del 2012. Grand Cherokee, ammiraglia del marchio, continua a ottenere ottimi risultati, mantenendosi nelle prime posizioni del suo segmento con l'11,8 per cento di quota. A migliorare i risultati del modello, sperano al Lingotto, contribuira' senz'altro la nuova versione in arrivo, che sara' presentata a meta' maggio alla stampa internazionale.

FEDERAUTO, MERCATO E' MALATO GRAVE CURATO CON VELENO - "Mi viene in mente un malato grave al quale, invece delle medicine giuste, vengono somministrate piccole quantita' di veleno". Cosi' Filippo Pavan Bernacchi, presidente di Federauto (l'associazione che rappresenta i concessionari di auto, veicoli commerciali, camion e autobus di tutti i brand commercializzati in Italia) commenta i dati sulle immatricolazioni auto di aprile. "Un disastro a tutto tondo", prosegue, "causato anche dalla miope politica degli ultimi mesi che invece di dare uno straccio di risposta ha pensato solo a varare nuove tasse, anche sugli autoveicoli".

"Ma il dato nudo e crudo non rende giustizia alla sua drammaticita'. Se verra' confermato questo trend l'anno potrebbe chiudersi attorno a 1.100.000 unita'. Il che significherebbe 900.000 pezzi in meno rispetto alla soglia minima di sopravvivenza della filiera indicata dai maggiori analisti intorno ai 2.000.000 di pezzi", spiega Pavan Bernacchi. Per Umberto Schinina', presidente dei concessionari Fiat, "insieme a tutte le case automobilistiche noi concessionari ufficiali cerchiamo di fronteggiare, con le sole nostre forze, una situazione abnorme offrendo prodotti a prezzi mai cosi' competitivi". Secondo Nino Palmisano, presidente dei concessionari Lancia, "le imprese da sole non possono smuovere il muro di una crisi sistemica". "A nostro avviso - conclude Roberto Ferrari, presidente dei concessionari Alfa Romeo - occorrono urgenti riforme fiscali e interventi mirati che spettano esclusivamente alla volonta' del nuovo Governo". Per questo, conclude Pavan Bernacchi, al nuovo governo "chiediamo di agire mettendo al piu' presto intorno al tavolo i rappresentanti di tutta la filiera automobilistica".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
immatricolazioniauto
i più visti
in evidenza
Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività

Corporate - Il giornale delle imprese

Risolvi il tuo Debito: aiutate più di 300 mila persone in 12 anni di attività


casa, immobiliare
motori
Nissan svela “Ambition 2030”, 23 nuovi modelli elettrificati entro il 2030

Nissan svela “Ambition 2030”, 23 nuovi modelli elettrificati entro il 2030

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.