CLICCA QUI PER IL DOCUMENTO INTEGRALE DEL MINISTERO DELL'ECONOMIA SULL'IMU

SaccomanniCLICCA QUI PER IL DOCUMENTO INTEGRALE DEL MINISTERO DELL'ECONOMIA SULL'IMU

SaccomanniCLICCA QUI PER IL DOCUMENTO INTEGRALE DEL MINISTERO DELL'ECONOMIA SULL'IMU

Saccomanni
A- A+
Economia

 CLICCA QUI PER IL DOCUMENTO INTEGRALE DEL MINISTERO DELL'ECONOMIA SULL'IMU

Saccomanni

''Avrebbe un effetto fortemente regressivo'' l'esenzione totale dall'IMU per l'abitazione principale. E' quanto osserva il ministero dell'Economia nell'ipotesi 1 sulla revisione del prelievo. Nel 2012 i versamenti relativi all'IMU per l'abitazione principale sono ammontati a circa 4 miliardi di euro su base annua di cui circa 3,4 miliardi ad aliquota base e 0,6 miliardi per le maggiorazioni delle aliquote deliberate dai comuni.

L'esenzione totale dall'IMU per l'abitazione principale avrebbe effetti negativi sul gettito per circa 4 miliardi di euro. Della proposta in esame beneficerebbero i circa 17,8 milioni di contribuenti che hanno effettuato versamenti IMU per abitazione principale, per un importo medio di circa 227 euro. Nel 2012, circa un quarto delle abitazioni principali risultava gia' esente da IMU ad aliquota di base.

''L'esenzione dall'IMU dell'abitazione principale avrebbe un effetto fortemente regressivo: il beneficio - si legge nel documento - aumenterebbe al crescere del reddito complessivo. I contribuenti con redditi tra i 75 mila euro e i 120 mila euro risparmierebbero infatti 455 euro e quelli con redditi superiori a 120 mila euro 629 euro. Al contrario, il beneficio per i contribuenti piu' poveri sarebbe sensibilmente inferiore: per i contribuenti con reddito fino a 10 mila euro il risparmio sarebbe di soli 187 euro. Ordinando le famiglie per reddito 'equivalente' (un reddito procapite del nucleo familiare che tiene conto delle economie di scala della famiglia attraverso opportune scale di equivalenze, come ad esempio ISEE o scala OCSE modificata), l'intervento comporta una diminuzione dell'incidenza dell'imposta pari a 0,48%. In particolare, sarebbe beneficiato maggiormente il primo quinto di reddito (-1,03%), mentre i restanti quinti beneficerebbero di una variazione compresa tra -0,41% e -0,55%. Inoltre, su base territoriale, l'intervento comporta un maggior beneficio per i contribuenti dei Comuni dell'Italia centrale con un risparmio medio d'imposta di 293 euro, e un minor vantaggio per i contribuenti dei Comuni del sud e delle isole con un beneficio medio di 176 euro''. Insomma, rileva il documento, la proposta di esenzione totale dall'IMU per l'abitazione principale ''non sembra pienamente giustificabile sul piano dell'equita' ed efficienza del tributo, come peraltro emerge anche dalle audizioni di esperti (Copaff, Banca d'Italia) e dalle raccomandazioni del Fondo Monetario Internazionale''.

IMU: BRUNETTA, BASTA CON LE IPOTESI SACCOMANNI FACCIA PROPOSTE - "Non e' piu' il momento delle rassegne; non e' piu' il momento delle ipotesi. E' ormai il tempo delle proposte: chiare politicamente, responsabili finanziariamente e utili per l'economia del nostro paese. Ci auguriamo che arrivino quanto prima". Lo dice Renato Brunetta, presidente dei deputati del Pdl, rivolgendosi al ministro dell'Economia. "Apprezziamo molto le 105 pagine che il ministro dell'Economia e delle finanze, Fabrizio Saccomanni, ha pubblicato oggi sul sito del suo Ministero - dice Brunetta - e che, a onor del vero, aveva gia' distribuito, in una versione di molto poco differente, ai partiti della maggioranza in occasione dell'incontro tenutosi in via Venti settembre lo scorso 22 luglio".

"Certamente - prosegue - un ottimo lavoro da ufficio Studi, delle cui ' valutazioni di natura quantitativa e qualitativa' terremo assolutamente conto, in quanto sicuramente utili ' al dibattito in corso, al chiarimento delle implicazioni concrete delle varie proposte ', come auspicato dallo stesso ministro nella presentazione". "Oggi, pero', occorre fare delle scelte - continua Brunetta - che si basano sull'assunzione di responsabilita' politiche, in virtu' degli impegni presi non solo a livello di maggioranza, ma anche, soprattutto, nei confronti del paese. E, al di la' degli approfondimenti teorici, senz'altro interessanti, gli impegni del governo sulla riforma della tassazione degli immobili, che contempli l'eliminazione dell'Imu sulla prima casa, sono stati chiari fin da subito, indipendentemente dai ' punti di forza e di criticita' dei diversi interventi' ipotizzati dal Mef nel documento di oggi. Sicuramente esso aumenta la consapevolezza delle scelte, ma il risultato finale deve essere univoco e riflettere le aspettative dei cittadini italiani". "Non e' piu' il momento delle rassegne - conclue - non e' piu' il momento delle ipotesi. E' ormai il tempo delle proposte: chiare politicamente, responsabili finanziariamente e utili per l'economia del nostro paese. Ci auguriamo che arrivino quanto prima".

Tags:
saccomanniimupdl
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Jeep Gladiator: il pick-up da off-road

Jeep Gladiator: il pick-up da off-road


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.