A- A+
Economia

Anno da dimenticare per l'industria italiana. Nel 2012, secondo i dati pubblicati oggi dall'Istat, considerando la media annua il fatturato dell'industria ha infatti registrato un calo del 4,3% rispetto al 2011. Ancora più drammatica la dinamica degli ordinativi, cioè le commesse incassate dalle aziende e che quindi dovrebbe fare da riferimento per i mesi a venire, che hanno registrato un tracollo del 9,8%.

Il bilancio è emerso grazie alla comunicazione odierna del dato di dicembre, che per l'Istituto nazionale di statistica si è chiuso con una crescita dello 0,8% del fatturato rispetto a novembre, ma una diminuzione del 9,2% dell'indice grezzo rispetto a dicembre 2011. L'ultima variazione tendenziale del fatturato è composta da una crescita dello 0,5% sul mercato interno e dell’1,5% su quello estero. Nella media degli ultimi tre mesi del 2012, l’indice complessivo registra una flessione del 2,1% rispetto ai tre mesi precedenti.

Significativa la ripartizione per quanto riguarda i singoli settori: l’incremento tendenziale maggiore del fatturato a dicembre si registra infatti nel settore della "fabbricazione di computer, prodotti di elettronica e ottica, apparecchi elettromedicali, apparecchi di misurazione e orologi" (+25,1%), mentre la diminuzione più marcata riguarda le "altre industrie manifatturiere, riparazione e installazione di macchine ed apparecchiature" (-18,7%). Guardando al comparto delle auto, nel mese di dicembre 2012 il fatturato degli autoveicoli ha registrato un calo del 5,8% su base tendenziale mentre gli ordinativi hanno segnato una contrazione del 16,6%.

Gli ordini di dicembre sono diminuiti dell'1,8% su novembre e del 15,3% su dicembre 2011. A preoccupare è il fatto che nell'ultimo scorcio del 2012 si è verificato un calo da parte degli esteri (-2,5%) superiore rispetto a quelli interni (-1,3%). L’aumento più marcato si registra nella fabbricazione di apparecchiature elettriche e apparecchiature per uso domestico non elettriche (+11,4%), mentre il calo più rilevante si osserva nella produzione di prodotti farmaceutici di base e preparati farmaceutici (-26,0%).

Tags:
industria

in evidenza
Autunno freddo (senza gas) e quindi caldo (come negli anni '70)? Scoprilo alla Piazza di Affari!

La kermesse a Ceglie dal 26 al 28 agosto - Il programma

Autunno freddo (senza gas) e quindi caldo (come negli anni '70)? Scoprilo alla Piazza di Affari!


casa, immobiliare
motori
 Nuova Porsche 911 GT3 RS, nata per stupire

 Nuova Porsche 911 GT3 RS, nata per stupire

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.