A- A+
Economia
Israele, l'ambasciatore in Italia ad Affari: "Ecco perché siamo la Start-up Nation"

di Andrea Deugeni

 

"Perché ci chiamano la Start-up Nation con il più alto tasso annuale di nuove imprese create per abitante? Qual è il nostro segreto? Fra i fattori che fanno parte di questo mix c'è qualcosa che ha a che fare con lo spirito degli israeliani, che cercano di innovare e che, allo stesso tempo, non vogliono e non hanno paura fallire. Anche chi fallisce, non si dà per vinto: riproverà altre volte fino a che riuscirà a fare qualcosa di significativo. Aspetti culturali che si combinano, poi, con una politica economica giusta". Sono alcuni degli elementi che secondo Naor Gilon, ambasciatore israeliano nel nostro Paese, intervistato al convegno dei Giovani Industriali di Confindustria, fanno di Israele il Paese che vanta il più alto numero di aziende hi-tech per abitante e un alto tasso annuale di creazione di start-up.

"Il tasso di investimento in ricerca e sviluppo rispetto al Pil, rapporto che equivale a circa il 4,5%, è poi il più alto al mondo, in un Paese che ha otto milioni di abitanti con un reddito medio pro-capite che viaggia ai livelli di quello italiano", racconta Gilon. Ma ci sono anche tanti altri fattori.

GUARDA IL VIDEO PER CAPIRE QUAL E' LA RICETTA VINCENTE DI ISRAELE  

Iscriviti alla newsletter
Tags:
ambasciatoreisraelegilonstart-up nation
i più visti
in evidenza
BEI, in Italia 122 operazioni per 13,5 miliardi

Scatti d'Affari

BEI, in Italia 122 operazioni per 13,5 miliardi


casa, immobiliare
motori
Nissan svela la nuova Micra elettrica

Nissan svela la nuova Micra elettrica

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.