A- A+
Economia
Ristrutturazioni, novità nello Sblocca Italia: Iva giù dal 10% al 4%

Ristrutturazioni edilizie con tassazione Iva ridotta dal 10% al 4%. Lo anticipa il Corriere della Sera che rivela i contenuti del decreto sblocca Italia, approvato dalla commissione Ambiente della Camera e approdato in Aula.

La sforbiciata dell'Iva va ad aggiungersi   alla possibilità di avvalersi della detrazione Irpef del 50% sulle ristrutturazioni edilizie, sui mobili e sui grandi elettrodomestici e di quella Irpef e Ires del 65% sui lavori per il risparmio energetico, prorogata al 2015 dalla legge di Stabilità.

La riduzione sarà coperta con l’aumento dell’Iva per le nuove costruzioni prima casa vendute direttamente dalle imprese, che passa dal 4 al 10%.

Al riguardo il Servizio Studi della Camera segnala che quella del 4% è un’aliquota "ultraridotta", per la quale occorre "valutare la compatibilità comunitaria dell’aliquota introdotta dalla norma".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
ivasblocca italiaiva 4%ristrutturazioni
i più visti
in evidenza
E-Distribuzione celebra Dante Il Paradiso sulle cabine elettriche

Corporate - Il giornale delle imprese

E-Distribuzione celebra Dante
Il Paradiso sulle cabine elettriche


casa, immobiliare
motori
Stefano Accorsi porta in pista la nuova Peugeot 908 9X8 Hypercar

Stefano Accorsi porta in pista la nuova Peugeot 908 9X8 Hypercar

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.