BANNER

Via libera dell'aula del Senato alla fiducia posta dal governo sul maxiemendamento sostitutivo della legge di Stabilita'. I si' sono stati 171, i no 135.

Tra le novità l'introduzione di una forma di reddito minimo per il contrasto alla povertà prevista solo "in alcune grande aree metropolitane", più soldi per gli sgravi sulla casa, cartelle esattoriali da pagare senza interessi.

La dote complessiva degli 'sconti' sulla tassazione immobiliare (casa e imprese) nella legge di stabilità arriva a 750 milioni. Ai 500 milioni previsti per le detrazioni sulla Tasi che dovranno essere applicate dai Comuni si aggiungeono altri 250 milioni per finanziare l'aumento della deducibilità Imu sui beni d'impresa ai fini Ires e Irpef, attualmente al 20%. Lo ha riferito il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Giovanni Legnini.

Al via anche un esperimento sul reddito minimo garantito (Sia). "Negli emendamenti riformulati dai relatori vi è un importante intervento, seppur sperimentale, per il contrasto alla povertà: l'introduzione di un reddito minimo di inserimento in alcune grande aree metropolitane, che avvia un percorso". Lo ha detto nell'aula del Senato il vice ministro dell'Economia, Stefano Fassina. Il finanziamento arriverà dal contributo di solidarietà sulle pensioni d'oro e dalla tassazioni delle rendite di capitale. La soglia dell'importo del trattamento pensionistico oltre la quale far scattare il contributo pari al 5% scende a 90mila da 150mila euro. Per il Sostegno di inclusione sociale (Sia) saranno previsti 40 milioni l'anno per i prossimi tre anni. (Il progetto del governo)

Le cartelle Equitalia saranno pagate, come anticipato, senza interessi. Per le vecchie cartelle esattoriali l'operazione prevede che dovrà essere pagato l'importo originario al 100 per cento, l'intero ammontare delle sanzioni, ma non dovranno essere corrisposti gli interessi di mora. Alla fine si è trovata dunque l'intesa sul tema spinoso della cosiddetta "rottamazione delle cartelle" di fatto una mini-sanatoria per chi ha vecchi debiti con il fisco.

Saltano le norme sulle spiagge. Non entra né la proposta sulla delega regolamentare con le novità sulle concessioni né la sanatoria sulle pendenze giudiziarie. Per la vendita delle spiagge, il quadro resta insidioso per gli ambientalisti, malgrado alcuni progressi. Nel nuovo testo non si parla più di "vendita", come voleva il Pdl, nemmeno di una semplice "delega regolamentare " per sanare i conflitti "sulle aree demaniali prossime alle spiagge". La delega si doveva occupare di rivedere le concessioni, d'intesa con l'Unione europea, e di definire il passaggio delle aree alle Regioni.

Saranno, invece, le risorse risparmiate dalla riduzione del finanziamento pubblico ai partiti a finanziare il fondo contro le calamità naturali. Le misure sugli Impianti sportivi e gli stadi si limiteranno alla possibilità di ammodernare le strutture già esistenti. Rispetto alle precedenti versioni, fortemente contestate dai Verdi, dunque, salta tutta la parte ordinamentale che riduceva i tempi per la ristrutturazione e la costruzione di impianti sportivi e degli stadi e dava la possibilità di edificare palazzi nei dintorni. Se ne riparlerà alla Camera.

2013-11-26T20:23:21.08+01:002013-11-27T08:23:00+01:00truetrue1466116falsefalse3Economia/economia4130911910662013-11-26T20:23:21.14+01:0014662013-11-27T08:37:24.077+01:000/economia/legge-stabilita-reddito26112013false2013-11-27T08:37:26.217+01:00309119it-IT102013-11-27T08:23:00"] }
A- A+
Economia
enrico letta 500 (2)

BANNER

Via libera dell'aula del Senato alla fiducia posta dal governo sul maxiemendamento sostitutivo della legge di Stabilita'. I si' sono stati 171, i no 135.

Tra le novità l'introduzione di una forma di reddito minimo per il contrasto alla povertà prevista solo "in alcune grande aree metropolitane", più soldi per gli sgravi sulla casa, cartelle esattoriali da pagare senza interessi.

La dote complessiva degli 'sconti' sulla tassazione immobiliare (casa e imprese) nella legge di stabilità arriva a 750 milioni. Ai 500 milioni previsti per le detrazioni sulla Tasi che dovranno essere applicate dai Comuni si aggiungeono altri 250 milioni per finanziare l'aumento della deducibilità Imu sui beni d'impresa ai fini Ires e Irpef, attualmente al 20%. Lo ha riferito il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Giovanni Legnini.

Al via anche un esperimento sul reddito minimo garantito (Sia). "Negli emendamenti riformulati dai relatori vi è un importante intervento, seppur sperimentale, per il contrasto alla povertà: l'introduzione di un reddito minimo di inserimento in alcune grande aree metropolitane, che avvia un percorso". Lo ha detto nell'aula del Senato il vice ministro dell'Economia, Stefano Fassina. Il finanziamento arriverà dal contributo di solidarietà sulle pensioni d'oro e dalla tassazioni delle rendite di capitale. La soglia dell'importo del trattamento pensionistico oltre la quale far scattare il contributo pari al 5% scende a 90mila da 150mila euro. Per il Sostegno di inclusione sociale (Sia) saranno previsti 40 milioni l'anno per i prossimi tre anni. (Il progetto del governo)

Le cartelle Equitalia saranno pagate, come anticipato, senza interessi. Per le vecchie cartelle esattoriali l'operazione prevede che dovrà essere pagato l'importo originario al 100 per cento, l'intero ammontare delle sanzioni, ma non dovranno essere corrisposti gli interessi di mora. Alla fine si è trovata dunque l'intesa sul tema spinoso della cosiddetta "rottamazione delle cartelle" di fatto una mini-sanatoria per chi ha vecchi debiti con il fisco.

Saltano le norme sulle spiagge. Non entra né la proposta sulla delega regolamentare con le novità sulle concessioni né la sanatoria sulle pendenze giudiziarie. Per la vendita delle spiagge, il quadro resta insidioso per gli ambientalisti, malgrado alcuni progressi. Nel nuovo testo non si parla più di "vendita", come voleva il Pdl, nemmeno di una semplice "delega regolamentare " per sanare i conflitti "sulle aree demaniali prossime alle spiagge". La delega si doveva occupare di rivedere le concessioni, d'intesa con l'Unione europea, e di definire il passaggio delle aree alle Regioni.

Saranno, invece, le risorse risparmiate dalla riduzione del finanziamento pubblico ai partiti a finanziare il fondo contro le calamità naturali. Le misure sugli Impianti sportivi e gli stadi si limiteranno alla possibilità di ammodernare le strutture già esistenti. Rispetto alle precedenti versioni, fortemente contestate dai Verdi, dunque, salta tutta la parte ordinamentale che riduceva i tempi per la ristrutturazione e la costruzione di impianti sportivi e degli stadi e dava la possibilità di edificare palazzi nei dintorni. Se ne riparlerà alla Camera.

Tags:
legge stabilitàreddito
i più visti
in evidenza
"Rido con Zalone, amo gli horror Only Fun? Sarà sorprendente..."

Elettra Lamborghini ad Affari

"Rido con Zalone, amo gli horror
Only Fun? Sarà sorprendente..."


casa, immobiliare
motori
Ford apre gli ordini per il Ranger Raptor di nuova generazione

Ford apre gli ordini per il Ranger Raptor di nuova generazione

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.