A- A+
Economia
Mango avanza nell'economia circolare, nasce il progetto "Second Chances"

Il progetto Second Chances è riuscito ad accumulare, oltre 32 tonnellate di capi d’abbigliamento attraverso i punti di raccolta dei negozi Mango

Mango ha lanciato la prima collezione capsule basata sull’economia circolare, composta da fibre riciclate che provengono dai capi raccolti presso i suoi negozi attraverso il progetto Second Chances. Questi capi hanno un minor impatto ambientale e sono composti da un 20% di fibre riciclate e un 80% di cotone sostenibile.

Prendas Mango Woman
 

Nel 2016 Mango ha lanciato il progetto Second Chances, con il quale sono già stati recuperati oltre 32 tonnellate di capi, grazie a 420 cassonetti distribuiti in tutti i punti vendita di Mango in Spagna, e in Francia, Portogallo, Germania, Croazia, Olanda, Italia e Regno Unito.

Questo progetto di economia circolare messo in campo in collaborazione con Koopera, una cooperativa promossa da Caritas, contribuisce a fomentare un’economia sociale e sostenibile oltre a creare posti di lavoro e inserimento lavorativo. I capi raccolti sono classificati per dare loro una seconda vita e, in base al loro stato, si possono riutilizzare, trasformarli di nuovo in filati o riciclare per funzioni alternative, come le imbottiture dei divani o, infine, bruciare per generare energia.

Per questi capi (due della collezione Man e due della collezione Woman) Mango ha usato 6 tonnellate di tessuto di cotone recuperato che è stato riciclato e ritessuto di nuovo, minimizzando così il residuo tessile e l’impatto sull’ambiente. Inoltre, il processo che è stato usato per tingere le stoffe ha permesso di risparmiare un 85% di acqua.

Mango continua ad avanzare nel suo progetto verso una moda più sostenibile e nei prossimi anni prevede di portare avanti un ambizioso piano che risponde a uno dei suoi pilastri strategici: la trasformazione sostenibile dell’azienda. La multinazionale dell’abbigliamento si è proposta, tra i suoi propositi principali, di aumentare la proporzione di fibre sostenibili nelle sue collezioni e perciò si è posta i seguenti obiettivi: ottenere che il 100% del cotone utilizzato nei suoi capi sia di origine sostenibile prima del 2025, aumentare l’uso del poliestere riciclato nei suoi capi, fino ad arrivare al 50% prima del 2025 e che, prima del 2030, il 100% delle fibre cellulosiche utilizzate siano di origine controllata. Si tratta di un traguardo molto importante, visto che contribuirà a migliorare la tracciabilità dei materiali utilizzati per le collezioni di Mango.

Mango si impegna a dare continuità a questa iniziativa e ogni anno lancerà una collezione di fibre riciclate equivalente a tutti i capi raccolti nei suoi cassonetti Second Chances, destinati al riciclaggio di capi, per fomentare le buone pratiche e un modello di economia circolare.

Loading...
Commenti
    Tags:
    mangoeconomia circolareprogetto second chances
    Loading...
    i più visti
    in evidenza
    Da Commisso a Friedkin e Elliot I nuovi padroni del calcio

    Economia

    Da Commisso a Friedkin e Elliot
    I nuovi padroni del calcio


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    WRC, Rally di Turchia, La C3 R5 di Bulacia vince tra le WRC3

    WRC, Rally di Turchia, La C3 R5 di Bulacia vince tra le WRC3

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.