A- A+
Economia
Mps, il titolo vola in Borsa in attesa dei risultati: ecco perché

Inoltre, il credit default swap, cioè il prodotto a garanzia contro il fallimento, vale 342, il doppio di alcuni concorrenti. Perché? Evidentemente qualcuno teme che l’udienza preliminare del 12 maggio prossimo, a Milano, potrebbe sancire l’apertura di un nuovo fronte dal punto di vista dei risarcimenti. Sarà quella, infatti, l’unica data per costituirsi parte civile contro l’istituto e i quattro imputati (Alessandro Profumo, Fabrizio Viola, Massimo Tononi e Arturo Betunio).

Nel nuovo processo possono richiedere il risarcimento tutti coloro hanno acquistato azioni e/o obbligazioni emesse da Banca MPS e che possono dimostrare il possesso delle azioni nel periodo che va da giugno 2014 (anche se acquistate prima del 2014), e sino a luglio 2016 (anche se vendute prima del luglio 2016 o se detenute oltre il predetto mese). La banca non ha proceduto ad accantonamenti, ma per la normativa Iaas, se il 12 maggio dovesse registrarsi una richiesta significativa, potrebbe rendersi necessario mettere da parte dei soldi.

Mps si sta giocando il futuro. La cura Lovaglio ha funzionato fino ad ora, ma i problemi sono tutt’altro che archiviati. Tant’è che il mercato sta cercando di capire che cosa succederà. Domattina alle 7.30 si leverà il velo sui risultati di Mps: e la Borsa sarà pronta a festeggiare o a castigare.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
borsagiorgettimefmps





in evidenza
"Rose Villain? Goduria la sua voce sul nostro tappeto di chitarre"

Finley, l'intervista di Affari

"Rose Villain? Goduria la sua voce sul nostro tappeto di chitarre"


motori
Renault: nuova 5 E-Tech Electric: ordinabile in Italia le prime due versioni

Renault: nuova 5 E-Tech Electric: ordinabile in Italia le prime due versioni

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.