A- A+
Economia
Pininfarina scommette sul padel. "Campi di design" per un'esperienza unica
ICONIC PADEL COURT PININFARINA

Padel e Pininfarina, il progetto "campi di design" entra nel vivo

Tutti pazzi per il padel, ormai non è più un semplice sport ma è diventata quasi una mania che attira investitori e muove una gran quantità di denaro. E c'è chi ha fiutato l'affare. Iconic Padel Court - si legge su La Stampa - è il campo disegnato, installabile ovunque nel mondo, è concepito per essere autoportante oppure fissato al suolo. Un’idea nata da un confronto tra il ceo di Iconic Leonardo Giangreco Biancheri, il socio Piero Iazeolla (a sua volta ceo di Wsb Sport) e il global sales director Miguel Bonilla. "Piero mi disse che in trent’anni non aveva mai assistito a un fenomeno di crescita esponenziale come questo", racconta Barbieri. "Riflettendo sul fatto che i campi sono molto basici, ci siamo chiesti perché non crearne uno di design che fosse anche smart, per rendere unica l’esperienza del giocatore. A quel punto Miguel ha chiuso il cerchio, proponendo di rivolgersi a Pininfarina, l’unico in grado di finalizzare un progetto di questo tipo".

"Con Iconic ci siamo ritrovati in linea sui valori fondanti di Pininfarina, non poteva che nascerne una collaborazione efficace", illustra Giovanni de Niederhausern, senior vice president architecture del gruppo a La Stampa. "L’idea era associare il concetto di design a quello della performance, tanto in termini di competitività sportiva quanto da un punto di vista energetico e sociale". In Italia nel 2013 se ne contavano appena 20 di campi, diventati 50 nel 2015, 500 nel 2017, 4.669 nel 2021, 7.128 nel 2022. Negli ultimi tre anni i praticanti sono passati da un migliaio a un milione. Roma, Milano e Torino le province italiane maggiormente coinvolte dal fenomeno.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
padelpininfarina





in evidenza
Annalisa tra record e un sogno: "Non ho più vent'anni e vorrei..."

La confessione intima

Annalisa tra record e un sogno: "Non ho più vent'anni e vorrei..."


motori
Toyota e WEmbrace Games: uniti per l'inclusione nello sport

Toyota e WEmbrace Games: uniti per l'inclusione nello sport

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.