A- A+
Economia
Pnrr, il paesino di 88 abitanti con 20 mln da spendere. "Sono 250mila a testa"

Pnrr, Il sogno di Elva e l'incubo di perdere i miliardi dell'Ue

L'Italia è in ritardo sul Pnrr, ormai è una corsa contro il tempo del governo per centrare i 30 obiettivi previsti e sbloccare la seconda tranche di soldi dall'Europa di 19 mld. Asili nido e scuole per l’infanzia - si legge sul Corriere della Sera - sono poche rispetto agli obiettivi concordati con la Ue. Torri per il 5G e fibra fino alle case lontane sono obiettivi difficilmente raggiungibili a breve. I decreti attuativi per la Concorrenza e le gare per il trasporto pubblico locale sono fermi al palo e le aree idonee per l’installazione di impianti da fonti rinnovabili restano ancora senza criteri da attribuire alle Regioni. Questi sono solo alcuni dei problemi che sta affrontando l'Esecutivo in questa corsa contro il tempo per non perdere i fondi Ue. La prossima rata del Pnrr rischia di sfumare.

Fonti di governo raccontano che cosa sta mancando nel passaggio di consegne tra vecchio e nuovo esecutivo nell’attuazione degli obiettivi. Il nodo cruciale rischia di essere il personale. Un’analisi della società di consulenza della Pa, Intellera, segnala che per portare a compimento il Piano servirebbero 13-15 mila professionisti Ue vincolati ad un rigido cronoprogramma da qui ai prossimi mesi, ma per assumerli non ci sarebbero i fondi. Il paradosso è che, invece, sono stati trovati - riporta il Corriere - 20 milioni di euro per riqualificare un paesino di 88 abitanti. E' il singolare caso di Elva a 1637 metri, profonda provincia di Cuneo di lingua e cultura occitana, cioè provenzale. Arianna Dao ha fatto il conto: "È come se ognuno di noi avesse 250mila euro…".  Questo di Elva è il progetto vincente del Piemonte.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
elvafittopnrr





in evidenza
Annalisa, il duetto con Tananai infiamma i social. I fan sognano la coppia

Guarda il video

Annalisa, il duetto con Tananai infiamma i social. I fan sognano la coppia


motori
Fiat svela la Grande Panda: il futuro della mobilità urbana

Fiat svela la Grande Panda: il futuro della mobilità urbana

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.