A- A+
Economia
RCS Academy, al via l’Open Day. Manfredi: “Università, sinergia con impresa"

RCS Academy riparte in aula e online: +30% di studenti iscritti ai 14 master per giovani laureati ed executive. Si è tenuto oggi l’Open Day al quale hanno preso parte, insieme al Ministro dell’Università e della Ricerca Gaetano Manfredi,  alcuni tra i principali rappresentanti dell mondo delle imprese. 

Come possono i ragazzi di oggi essere il motore del cambiamento di domani?  Le aziende possono avere un ruolo fondamentale nel guidare i più giovani e nell’indirizzarli verso il mondo del lavoro. Il grande tema delle competenze e dei talenti è il nucleo nevralgico della sfida per l’innovazione, che deve necessariamente partire dalle persone.  Se n’è parlato oggi durante l’Open Day della RCS Academy.

Le scuole sono finalmente ripartite e ci si rende forse conto che forse di Università nell’ultimo periodo se ne è parlato troppo poco.

 “L’Università non si è mai fermata grazie alla formazione a distanza e nell’ultimo periodo abbiamo registrato un numero di esami e di laureati superiore all’anno precedente”, sottolinea il Ministro dell’Università e della Ricerca che ha aperto l’incontro, “come previsto da settembre si riparte in aula con una didattica mista. Quello che occorre è un massiccio investimento nelle competenze perché avremo bisogno di specialisti nei settori ambientali e digitali. Ma necessitiamo anche di una grande riorganizzazione dei saperi e di più flessibilità dell’offerta formativa: credo molto in una didattica formale mista a una informale”

Manfredi: “Ancora troppo pochi i laureati nelle materie STEM (Science, Technology, Engineering and Mathematics)”

“Abbiamo bisogno di un investimento importante nella ricerca per rendere l’Italia protagonista in nuovi settori, anche perché c’è tutto un tema di sovranità tecnologica dell’Europa. Per essere protagonisti del futuro dobbiamo sviluppare le nostre tecnologie. Abbiamo tantissimi talenti ma non abbiamo le ‘strutture’ per farli attecchire. Serve strategia visionaria ma anche concreta e continuativa nel tempo”.

Rapporto università e impresa, Manfredi: “Credo molto nella necessità di avere una strategia della formazione e della ricerca che sia anche strumento di crescita del sistema industriale”.

Il Ministro ha poi posto l’attenzione sul tema dei "dottorati industriali", evidenziando che nel Recovery Fund sarà prevista una riforma specifica sul tema.  Alessandro Bompieri, Direttore Generale News RCS, sottolinea l'importanza del rapporto diretto con le aziende all'interno dell'Academy : “le imprese sono degli autentici partner della nostra Academy: uno dei temi più importanti dei quali si parla nei corsi è il tema della digitalizzazione delle imprese, che riguarda tutti i settori industriali e dei servizi”

RCS ACADEMY avvia infatti le attività del nuovo anno accademico con un’ampia offerta formativa che prevede il regolare ritorno in aula in piena sicurezza, con attività didattiche riorganizzate secondo le normative vigenti.

A partire da settembre prenderanno il via 5 Master full time, della durata di 5/6 mesi più 6 mesi di stage, con la seconda edizione dei corsi di: Digital marketing e social media communication; Management della moda e del lusso; Management della cultura e dei beni artistici; Comunicazione e new media Sport; Digital marketing & communication.  

In avvio inoltre 9 Master part-time dedicati ai manager che già lavorano: alcuni in formula mista, affiancando lezioni in aula a lezioni online, altri con una didattica interamente digitale che utilizza la piattaforma Moodle (di proprietà di RCS Academy), utilizzata, e molto apprezzata dagli studenti, durante i mesi dell’emergenza sanitaria.

Oltre 500 le domande di ammissione ricevute per le edizioni in partenza, che registrano una crescita delle iscrizioni del 30% superiore rispetto all’anno precedente e un rapidissimo esaurimento dei posti di alcuni dei corsi, come il Master di Digital Marketing, in partnership con Google, per cui sono già state aperte le iscrizioni alle edizioni 2021.

Protagonisti dell’Open Day intitotalato all’ Innovazione digitale, formazione e lavoro, proprio i rappresentanti delle imprese con i CEO di aziende leader nei diversi settori. Le sessioni moderate da Venanzio Postiglione e Nicola Saldutti hanno visto l’alternarsi degli interventi di Ferruccio de Bortoli, Fabio Vaccarono di Google Italy, Marco Alverà di Snam, Silvia Candiani di Microsoft Italia, Renato Mazzoncini di A2A, Michele Centemero Mastercard, Maria Patrizia Grieco di Banca MPS, Roberto Parazzini di Deutsche Bank in Italia.  Chiude la mattinata Urbano Cairo, Presidente e Amministratore Delegato di RCS MediaGroup.

Alverà, Snam: “testimonial per le scuole italiane per raccontare alle ragazze il fascino di una carriera scientifica”

Marco Alverà, CEO di Snam, pone l’attenzione sul tema della mancanza di laureati in materie STEM, dato ancora più rilevante nel gentil sesso: “Le aziende in Italia devono avere un ruolo più proattivo facendo partnership con le università e con le scuole. Noi ci stiamo spendendo molto, supportando borse di studio; abbiamo inoltre 70 testimonial di Snam che girano per le scuole per raccontare soprattutto alle ragazze quanto sia affascinante una carriera tecnica, che a causa di alcuni stereotipi non viene magari considerata. Abbiamo poche ragazze in Italia che vogliono studiare materie scientifiche, se guardo avanti credo che più della metà dei nuovi mestieri saranno o digitali o tecnici; mi rivolgo quindi alle ragazze: studiare materie scientifiche o tecniche vi favorirà nel futuro!”

Grieco, MPS: “Digitalizzazione, al centro dell’industria delle banche. Apertura delle scuole, ho apprezzato riferimento a Itaca del Ministro, ora dobbiamo tramutare le parole in fatti”

“Le competenze devono essere orientate ai temi della finanza e dai servizi da offrire ai propri clienti: la digitalizzazione resta quindi un tema fondamentale anche per l’industria delle banche” mette in evidenza Patrizia Grieco, Presidente di MPS: “Il Ministro dell’Istruzione ha fatto bene ad utilizzare ieri il riferimento a Itaca: dobbiamo avere tutti un obiettivo da raggiungere di fronte a noi, ieri è stato un giorno importante e ora dobbiamo impegnarci tutti affinché le parole si trasformino in fatti”

Mazzoncini, A2A: “Spingere sulla formazione a tutti i livelli. Colmare gap digitale e implementare sinergia tra imprese e università”

Mazzoncini, CEO di A2A ha evidenziato: “Dobbiamo approfittare della crisi terribile della pandemia per recuperare un gap digitale che il nostro paese aveva già prima della pandemia. Dobbiamo colmarlo per sburocratizzare e semplificare i processi nella PA ma anche nelle aziende. Abbiamo bisogno di competenze sulla transizione energetica e sullo sviluppo sostenibile che è anche la chiave del Recovery Fund. Bisogna spingere sulla formazione a tutti i livelli perché siamo ancora molto indietro, in particolare nelle materie scientifiche”.

Il CEO ha poi aggiunto un commento proprio sui dottorati di ricerca: “sono uno dei principali problemi e c’è poca propensione delle aziende a finanziarli: su questo dobbiamo migliorare parecchio perché è molto difficile per una PMI fare innovazione, quindi appoggiarsi all’università è la strada giusta”

Loading...
Commenti
    Tags:
    rcs academyopen day rcs academyurbano cairo rcsmanfredi ministromanfredi universitàripartenza scuola
    Loading...
    i più visti

    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Covid-19: 1 su 2 pronto ad usufruire dei nuovi bonus per cambiare l'auto

    Covid-19: 1 su 2 pronto ad usufruire dei nuovi bonus per cambiare l'auto

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.