A- A+
Economia
Regno Unito, i mercati danno il benvenuto a Starmer
Keir Starmer

Elezioni in Uk senza scosse. Mercati francesi in fibrillazione per le alleanze

Nel Regno Unito, le elezioni non hanno scosso i mercati locali, con la vittoria prevista del partito laburista di Keir Starmer. Il partito laburista è sulla buona strada per una maggioranza parlamentare. Basandosi sugli exit poll, il partito dovrebbe ottenere 410 dei 650 seggi, il miglior risultato dai tempi della vittoria di Tony Blair nel 1997. I futures sugli indici azionari del Regno Unito sono saliti e la sterlina ha mantenuto i recenti guadagni, risultando l'unica valuta a registrare un incremento nei confronti del dollaro statunitense dall'inizio dell'anno.

In contrasto con la certezza britannica, la Francia affronta incertezze, con il secondo round delle elezioni parlamentari attese nel fine settimana. Gli investitori sono preoccupati per le potenziali alleanze, tra un governo di destra, una coalizione con l'estrema sinistra (respinta da Macron) o un possibile stallo. Dal 10

Borsa: l'Europa tonica dopo elezioni in Regno Unito

La vittoria schiacciante dei laburisti di Keir Starmer in Gran Bretagna spinge Londra (+0,46%) e, con essa, il listini europei rincuorati anche dai sondaggi che escludono una maggioranza assoluta dell'estrema destra di Marine Le Pen al secondo turno delle legislative francesi in programma domenica.

giugno, giorno delle elezioni, l'indice francese ha perso circa il 3,4%, con cali più marcati in alcuni momenti. Tuttavia, il mercato sembra voler tornare alla normalità, rimarcando come la politica genera volatilità ma non altera la direzione di fondo.

Il settore bancario in ripresa dopo la riunione Bce

I verbali dell'ultima riunione della BCE rivelano che i responsabili politici sono preoccupati per i rischi di bassa crescita e inflazione persistente nei prossimi trimestri, aumentando l'incertezza sulle future mosse della banca centrale. Nel frattempo, nuovi dati dalla Germania indicano una persistente debolezza economica, con ordini di fabbrica in calo e il settore delle costruzioni in contrazione. La BCE necessita di ulteriori conferme che l'inflazione stia tornando al 2% prima di considerare ulteriori riduzioni dei tassi di interesse, come ha affermato la presidente Christine Lagarde.

Questa incertezza sulle aspettative di tagli da parte della BCE continua a sostenere il comparto bancario, che ha registrato trimestri da record, solidi livelli di patrimonializzazione, valutazioni ancora convenienti, risiko bancario, alti dividendi e politiche di buyback. Non a caso, dall'inizio dell'anno, il settore bancario europeo è al vertice dei rialzi nello Stoxx 600, con un progresso di circa il 25%, battendo la tecnologia (+18,53%) e triplicando la performance dell'indice generale Stoxx 600 (+8,04%).

Che succede a Bitcoin? La criptovaluta marcia in direzione opposta ai mercati mondiali e perde 183 miliardi

Ieri, il Bitcoin è stato il grande protagonista, ma non certo per motivi positivi. Il re delle criptovalute sta attraversando una fase drammatica, con una perdita di miliardi di dollari in capitalizzazione che non si vedeva dal 2022. In sole quattro sedute, a partire da martedì scorso, il Bitcoin ha visto evaporare ben 183 miliardi di dollari di valore. L’ultima volta che si era verificata una variazione così drastica in un periodo così breve risale a oltre un anno fa. Oggi, con la quarta giornata di calo in corso, il valore totale del mercato delle criptovalute è sceso sotto la soglia dei 2.000 miliardi di dollari, un livello che non si registrava dal febbraio 2023.

In un contesto caratterizzato dai recenti massimi storici delle azioni globali, emerge una divergenza significativa: mentre le borse americane e mondiali hanno continuato a crescere dal giugno scorso, il Bitcoin ha seguito una traiettoria opposta. La domanda che sorge è se questa avversione al rischio nelle criptovalute sia un fenomeno isolato o se preannunci un trimestre prudente anche per gli investimenti tradizionali, dopo un primo semestre forte per le azioni.

Passata l'euforia legata agli ETF e all'halving, gli investitori in Bitcoin si trovano ora a fronteggiare diverse sfide. Tra queste, si registra un calo della domanda di fondi negoziati in borsa legati al Bitcoin negli Stati Uniti, vendite di token sequestrati in Germania e Stati Uniti e i rimborsi di Mt. Gox.

Queste vendite congiunte, insieme ad altri movimenti, hanno portato alla liquidazione di circa 935 milioni di dollari in posizioni di acquisto dal martedì scorso, mettendo ulteriore pressione sul prezzo del Bitcoin.

*market analyst di eToro






in evidenza
Federico Chiesa e il fuoriprogramma con i fan prima di sposarsi

Autografi e selfie

Federico Chiesa e il fuoriprogramma con i fan prima di sposarsi


motori
Mercedes GLA ed EQA: motore termico vs. elettrico e la strategia di transizione di Mercedes-Benz

Mercedes GLA ed EQA: motore termico vs. elettrico e la strategia di transizione di Mercedes-Benz

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.