A- A+
Economia
Rehn: certo che l'Italia rispetterà gli impegni

Il vicepresidente della Commissione Olli Rehn e' "certo che le autorita' italiane continueranno a rimanere impegnate nei confronti dei trattati europei, e questo vale anche per il patto di stabilita' e crescita". Lo ha detto, riferendosi all'ipotesi di una deroga dal limite del 3% del rapporto fra deficit e Pil previsto dal patto, al termine della riunione dell'Eurogruppo. In ogni caso, ha aggiunto, rispondendo a una domanda sulle deroghe concesse ad alcuni paesi, "tutti i paesi sono impegnati nella riduzione del deficit". (

Il vicepresidente della Commissione e' "fiducioso nelle istituzioni democratiche italiane che permetteranno la formazione del nuovo governo senza intoppi" e che il prossimo esecutivo "affrontera' l'elevato livello del debito pubblico e continuera' il cammino delle riforme mantenendo il consolidamento di bilancio". Infatti, secondo Rehn "e' nell'interesse dell'Italia stabilizzare il livello del debito pubblico per cominciare a ridurlo" per "liberare un potenziale che rilanci l'occupazione e il tasso di crescita". Si tratta della "sfida per qualunque governo, sia quello uscente che il prossimo".

Tags:
rehndebito pubblicorenzi

in evidenza
"Esco con Briatore. Ho scoperto che è un uomo interessante"

Barbara D'Urso e la simpatia con...

"Esco con Briatore. Ho scoperto che è un uomo interessante"


motori
Stellantis: inizia la produzione di Jeep Avenger nello stabilimento di Tychy

Stellantis: inizia la produzione di Jeep Avenger nello stabilimento di Tychy

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.