A- A+
Economia

Come dirigenti della pubblica amministrazione ci chiediamo se il Segretario del PD conosca o meno le regole sulla pubblica amministrazione, soprattutto quelle relative ai dirigenti.

Non stiamo parlando dei super burocrati dello Stato e delle loro maxi prebende, né dei Consiglieri di Stato e dei magistrati con plurincarichi e con carriere automatiche, ma ci riferiamo a quei dirigenti pubblici che costituiscono la spina dorsale di tutta la pubblica amministrazione.

Renzi evidentemente non sa che la privatizzazione è stata già introdotta con il DLgs 29/93 e che i dirigenti pubblici accedono ad una carriera con concorso pubblico, da non confondersi con gli incarichi temporanei (attribuiti/concessi dal politico di turno), gli viene conferito un incarico a tempo determinato, sottoposto a valutazione conclusiva con revoca o conferma dell’incarico stesso.

Se “privatizzazione” per Renzi vuol dire “spoil system selvaggio” la CONFEDIR dice e dirà NO.

Invitiamo Renzi ad attivare un tavolo specifico per la dirigenza pubblica per un confronto franco e costruttivo.

Tags:
renziconfedir

i più visti

casa, immobiliare
motori
Alfa Romeo: Räikkönen certifica la “Giulia GTA”

Alfa Romeo: Räikkönen certifica la “Giulia GTA”


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.