A- A+
Economia

 

 

europa 500

L'Europa è tornata a crescere dopo un anno e mezzo di recessione: Eurostat conferma infatti il ritorno al segno positivo del Pil europeo nel secondo trimestre di quest'anno, dopo sei dati consecutivi in calo, gia' anticipato da una prima stima a Ferragosto. Il Pil è salito dello 0,3% nell'Eurozona e dello 0,4% nell'Ue (che nel periodo aprile/giugno era ancora composta da 27 paesi, ai quali solo in luglio si è aggiunta la Croazia). Rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso, il dato resta negativo nell'Eurozona (-0,5%) mentre è stabile nell'Ue27. Fra i paesi in cui il Pil è sceso ancora, si conferma il calo dell'Italia (-0,2%), uguale a quello dell'Olanda, mentre a Cipro si e' registrata la flessione piu' marcata (-1,4%) e in Slovenia e' sceso dello 0,3%.

L'aumento più significativo è quello del Portogallo (+1,1%), mentre in Germania, Lituania, Finlandia e Regno Unito il Pil è salito dello 0,7%. Nello stesso periodo, negli Stati Uniti la crescita e' stata dello 0,6% con un aumento dell'1,6% rispetto a un anno fa. A crescere in Europa sono state soprattutto le esportazioni (+1,6% nell'Eurozona) e le importazioni (+1,4%), mentre la spesa per i consumi finali delle famiglie e' aumentata solo dello 0,2%.

Il nostro Paese non può ancora gioire nemmeno sul fronte della competitività, dove per il quinto anno consecutivo, la Svizzera si conferma il Paese più forte a livello mondiale, mentre l'Italia continua a cedere posizioni e scivola al 49esimo posto complessivo su 148 economie censite. Davanti al nostro Paese ci sono - tra gli altri Stati - Lituania e Barbados; a pesare sul punteggio italiano ci sono in particolare l'efficienza sul mercato del lavoro (che vale il 137esimo posto) e lo sviluppo del mercato finanziario (124).

Nessun cambiamento invece per la Confederazione, confermata al vertice dal Global Competitiveness Report 2013-2014 per il quinto anno consecutivo. Il podio è completato da Singapore e Finlandia, rispettivamente in seconda e terza posizione (invariate), mentre la Germania guadagna due posizioni e sale al quarto posto. Anche gli Stati Uniti, dopo quattro anni di trend in discesa, registrano un miglioramento e salgono dal settimo al quinto posto. La classifica dei Top Ten  prosegue con la Svezia (6, quarto l'anno scorso), Hong Kong (7, nono l'anno scorso),  i Paesi Bassi (8, quinto), il Giappone (9, decimo) ed il Regno Unito (10, ottavo nel 2012).

Iscriviti alla newsletter
Tags:
recessione
i più visti
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia


casa, immobiliare
motori
Nuovo Nissan Qashqai si aggiudica le Cinque stelle Euro NCAP 2021

Nuovo Nissan Qashqai si aggiudica le Cinque stelle Euro NCAP 2021

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.