A- A+
Economia
Telecom, il debito cala di 800 milioni. Torna l'utile, ma i ricavi sono in calo

Telecom Italia ha chiuso i primi nove mesi del 2014 con un utile di 985 milioni di euro, contro la perdita di 902 milioni accusata nello stesso periodo dello scorso anno che scontava la svalutazione dell'avviamento, spiega una nota del gruppo. I ricavi sono invece ammontati a 15,972 miliardi, in calo del 9,1% rispetto ai 17,564 miliardi fatturati nei primi nove mesi del 2013. I ricavi risultano invece in flessione del 6% in termini di valutazione organica. L'Ebitda del periodo e' ammontato a 6,588 miliardi, in calo, in termini organici, del 6,4% rispetto ai primi nove mesi del 2013. L'Ebit e' stato invece di 3,393 miliardi, in crescita di 1,91 miliardi rispetto allo stesso periodo del 2013 che scontava una svalutazione dell'avviamento pari a 2,187 miliardi.

I ricavi della Business Unit Domestic, in particolare, sono ammontati a 11,33 miliardi (-7,2%); l'Ebitda a circa 5,3 miliardi, l'Ebit a 2,845 miliardi. Il flusso di cassa del periodo e' positivo per 2,272 miliardi (contro i 2,456 miliardi dei primi nove mesi 2013); il margine di liquidita' al 30 settembre e' pari a 12,3 miliardi, a fronte dei 13,6 miliardi a fine 2013; questo margine - spiega la societa' - permette una copertura delle passivita' finanziarie in scadenza oltre i prossimi 24 mesi. Gli investimenti industriali sono ammontati nei primi nove mesi dell'anno a 2,64 miliardi, con un calo di 397 milioni rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

"Stiamo investendo fortemente sia in Italia sia in Brasile per sviluppare l'ultrabroadband fisso e mobile e lo stiamo facendo in un'ottica di compatibilita' finanziaria": e' quanto ha affermato il presidente di Telecom Italia, Giuseppe Recchi, tramite la nota con la quale il gruppo ha diffuso i conti relativi ai primi nove mesi dell'anno. "In Italia, con circa 3 miliardi all'anno, siamo la prima societa' per investimenti e stiamo portando avanti un piano di copertura ultrabroadband che ha gia' raggiunto 100 citta' con la fibra e oltre 2500 comuni con la telefonia mobile Lte. Telecom Italia" - ha aggiunto Recchi - "prosegue sulla strada dell'innovazione tecnologica e dei nuovi servizi puntando a mantenere la leadership tecnologica e le promesse fatte sullo sviluppo delle infrastrutture nel nostro Paese".

I conti di Telecom Italia relativi ai primi nove mesi dell'anno registrano "concreti segnali di ripresa sul mercato domestic", tanto che si puo' dire che "abbiamo superato la stagione della 'guerra dei prezzi'". Ad affermarlo e' l'amministratore delegato del gruppo, Marco Patuano, secondo il quale, appunto, "i segnali di miglioramento che arrivano dal mercato Domestic sono ormai una realta': abbiamo superato la stagione della 'guerra dei prezzi' contrapponendo la nostra politica incentrata sulla qualita' del servizio a quanti prospettavano per il settore una competitivita' basata esclusivamente su continui ribassi, che avrebbe portato solo al declino". "I nostri investimenti" - ha aggiunto - "stanno portando risultati concreti, ad oggi sono piu' di 150mila i clienti che si sono abbonati al servizio Tuttofibra, e stiamo procedendo con una media di oltre 1.500 nuovi contratti al giorno. Anche nella telefonia mobile, il 4G e' ormai una tecnologia matura che sta entrando nell'uso quotidiano e che differenzia la nostra offerta rispetto a quella dei nostri competitor. Il rilancio della societa' e' partito dal mercato italiano".

Tags:
telecom
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Alfa Romeo protagonista della 39esima edizione storica della “1000 Miglia”

Alfa Romeo protagonista della 39esima edizione storica della “1000 Miglia”


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.