A- A+
Economia
Francia, 130mila euro del sindacato per ristrutturare casa: bufera su Lepaon

Centotrentamila euro del sindacato per rinnovare il proprio appartamento. E' bufera in Francia, dopo le rivelazioni del  settimanale Le Canard Enchainé su Thierry Lepaon, il numero uno della CGT, uno dei primi sindacati del Paese.

Il sindacato per ora ha annunciato l'apertura di un'indagine interna. E sulla questione è intervenuto anche il premier Manuel Valls, il quale ha detto che non vuole prendersela con il capo della CGT, ma chiede "esemplarità a tutti i livelli".

Dal canto suo, Lepaon ha dichiarato alla commissione confederale nazionale, il parlamento della CGT, di avere "appreso dalla stampa" la quantità dei lavori svolti. Il sindacalista ha parlato di 105mila euro, e non di 130mila come riferito dal settimanale satirico, e ha detto che il suo appartamento è 79 metri quadrati e non di 120.

Il numero uno della CGT ha poi aggiunto che questo episodio "rivela grossi difetti nel funzionamento interno del processo decisionale", "difetti che devono essere corretti", ha detto, sottolineando che "la decisione finale non era stata né discussa né convalidata".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
thierry lepaonfranciasindacato
i più visti
in evidenza
La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia

Corporate - Il giornale delle imprese

La startup EdilGo guida la ripresa edile in Italia


casa, immobiliare
motori
Nuovo Nissan Qashqai si aggiudica le Cinque stelle Euro NCAP 2021

Nuovo Nissan Qashqai si aggiudica le Cinque stelle Euro NCAP 2021

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.