A- A+
Economia
Ue, von der Leyen: "Lavoro con Conte per vertice mondiale Sanità in Italia"

Ue, Von der Leyen: "Con Conte lavoriamo a vertice mondiale sanità"

Assieme al presidente Giuseppe Conte, in occasione della presidenza italiana del G20, organizzerò un vertice mondiale sulla sanità in Italia e questo dimostrerà agli europei che l'Europa c'è ed è pronta a proteggerli", è quanto ha annunciato la presidente della Commissione europea, Ursula Von der Leyen, nel corso del suo primo discorso sullo Stato dell'Unione in seno al Parlamento Europeo.

VIDEO DI EURONEWS ITALIA

"L'Europa deve continuare a protegge vite e mezzi di sussistenza. La pandemia non sta perdendo forza e sappiamo come in numeri possano presto sfuggire dal nostro controllo", ha sottolineato, Ursula von der Leyen, nel corso del discorso. "Gli operatori sanitari hanno fatto miracoli", ha aggiunto, per poi ricordare l'azione Ue che ha permesso "a medici rumeni di andare ad aiutare gli ospedali italiani". "E' evidente che dobbiamo costruire un'Unione della sanità più forte ed è giunto il momento di farlo", ha aggiunto. "Il programma EU for Health deve essere a prova di futuro e per questo ho proposto di aumentare i finanziamenti e spero che questo Parlamento vada a rivedere i tagli fatti dal Consiglio europeo". La politica tedesca ha quindi chiesto di "rivedere le competenze in materia sanitaria". Si tratta di "un compito urgente che sarà trattato nella Conferenza sul futuro dell'Europa". Immediata la replica del presidente del Consiglio Giuseppe Conte: "Felice di ospitare come Presidenza italiana del G20 nel 2021 il Global Health Summit con Ursula von der Leyen. Uniti proteggiamo la nostra salute e costruiamo un futuro migliore per le prossime generazioni", ha scritto su Twitter il premier.

MIGRANTI: VON DER LEYEN, 'ABOLIREMO REGOLAMENTO DUBLINO

'Avremo forte meccanismo di solidarietà' Bruxelles, 16 set. (AdnKronos) - "Posso annunciare che aboliremo il regolamento di DUBLINO. Lo rimpiazzeremo con un nuovo sistema europeo di governance delle migrazioni. Avrà strutture comuni per l'asilo e per i rimpatri", insieme a "un forte meccanismo di solidarietà". Lo dice la presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen, replicando agli interventi degli eurodeputati riuniti in plenaria a Bruxelles per ascoltare il suo primo discorso sullo Stato dell'Unione. Mercoledì prossimo la Commissione presenterà il Migration Pact, la nuova proposta di riforma del sistema Ue di asilo e per la gestione delle migrazioni.

Ue, ambiente e digitale. Ursula: “57% Next Generation Eu per digitale e Green Deal” 

"Il 20% di Next Generation Eu dovrà essere destinato al digitale", ha annunciato la presidente della Commissione, che ha riferito agli Eurodeputati diverse notizie inedite. "Non può essere ammissibile che il 40% delle persone che vivono nelle aree rurali non abbiano accesso alla banda larga" senza la quale "non è possibile ne' creare ne' condurre un'azienda". Da qui "la necessità di usare il 20% dei fondi del piano Next Generation UE nel digitale", ha aggiunto von der Leyen. "La spinta degli investimenti di Next Generation EU servirà a portare la banda larga fino all'ultimo villaggio", annuncia la presidente, che intende scommettere anche sullo sviluppo "del 5G, del 6G e della fibra in vetro". La von der Leyen ha poi annunciato "investimenti per 8 miliardi nella prossima generazione di supercomputer, e questa sarà tecnologia di punta made in Europe".

Le emissioni dell'Unione europea "sono calate del 25% dal 1990 a oggi" ma "la nostra economia è cresciuta del 60%" nello stesso periodo. Ha ricorato la leader dell’esecutivo continentale. "Ci stiamo già avviando verso un'economia circolare con emissioni carboniche neutre", sostiene la presidente che poi annuncia che "il 37% dei fondi del piano Next Generation EU" andrà usato "nell'attuazione del Green Deal". La presidente della Commissione ha anche evidenziato il primato Ue per emissione di bond 'verdi' e ha annunciato l'obiettivo di "reperire il 30% dei 750 miliardi (del Recovery Fund, ndr) grazie ai green bond".

Ue, capitolo esteri. Usa, Russia, Regno Unito. La dottrina Ursula

La presidente della Commissione affronta in seno all’Europarlamento anche il capitolo esteri. L’ex ministro della Difesa tedesca è dura nel tono e nelle parole. Decisa e per niente insicura nel ricordare i precedenti russi. "A chi mi dice che dobbiamo tenere buone relazioni con la Russia", ha sostenuto Ursula von der Leyen, "ricordo il caso Navalny" e "i precedenti come il conflitto in Georgia". "Non c'e' nessun gasdotto che possa cambiare questa situazione", ha precisato riferendosi al discusso progetto Nord Stream 2 che dovrebbe portare gas dalla Russia alla Germania. Nel corso del suo primo discorso sullo Stato dell'Unione, la presidente della Commissione ha ribadito che la gente che protesta in Bielorussia "deve essere libera di decidere sul proprio futuro" e quelle persone "non sono pedine nello scacchiere di qualcun altro". "Sia che si tratti di Hong Kong, Mosca o Minsk, l'Ue deve prendere una posizione chiara e voglio dirlo apertamente: l'Ue e' dalla parte della gente della Bielorussia".

Ha rammentato inoltre quanto sia fondamentale l’assetto atlantico. "L'Europa deve approfondire e raffinare il suo partenariato con gli amici e gli alleati e questo inizia con il rilancio della nostra partnership più durevole. Magari non siamo sempre d'accordo con le recenti decisioni della Casa Bianca – ha specificato - però apprezziamo e apprezzeremo sempre l'Alleanza transatlantica, basata su una storia e dei valori comuni e di un legame indissolubile fra le nostre popolazioni". "Qualsiasi cosa possa succedere alla fine di quest'anno – alludendo alle imminenti elezioni americane di novembre – siamo pronti a costruire una agenda nuova transatlantica, rafforzare il partenariato bilaterale sia sulla tassazione, sulla tecnologia e gli scambi e siamo pronti a riformare il sistema internazionale che abbiamo costruito assieme", ha aggiunto.

Dall'altra parte della Manica? "L'accordo di recesso non puo' essere cambiato unilateralmente", ha chiarito la leader europea. "Ogni giorno che passa, la possibilita' di un accordo" sulle relazioni future con il Regno Unito "si allontana. Non abbiamo avuto i risultati sperati". E avverte, riferendosi alla Brexit: "l'Ue non fara' mai marcia indietro sull'Accordo di divorzio, che non puo' essere cambiato unilateralmente". Von der Leyen ha citato le parole di Margaret Thatcher in cui la premier affermava l'importanza di non violare i trattati internazionali, perche', come ha ricordato Von der Leyen: la "fiducia e' alla base delle relazioni".



Loading...
Commenti
    Tags:
    uevon der leyenvon der leyen contevon der leyen unione sanitàunione europea della sanità
    Loading...
    i più visti
    in evidenza
    L'ironia del web colpisce ancora Stavolta nel mirino c'è Di Maio

    Costume

    L'ironia del web colpisce ancora
    Stavolta nel mirino c'è Di Maio


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Ford Mustang Mach-E GT, mostra il vero potenziale di un propulsore elettrico

    Ford Mustang Mach-E GT, mostra il vero potenziale di un propulsore elettrico

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.