A- A+
Economia
Pioggia di caramelle su Wall Street: Candy Crush pronta all'Ipo

Un vero fenomeno, la app più scaricata del 2013, che ora vale ben 500 milioni di dollari. Stiamo parlando di Candy Crush Saga, il gioco delle caramelle esplosive per smartphone e Facebook, che sta facendo impazzire milioni di persone in tutto il mondo.

King Digital Entertainment, la società che produce questo classico puzzle in cui bisogna allineare tre elementi dello stesso colore per fare punti, ha fatto richiesta di quotazione alla Securities and Exchange Commission, la Consob americana, per sbarcare al New York Stock Exchange.

Stando agli ultimi dati, la società nel 2013 ha messo a segno profitti per 567,6 milioni di dollari, un aumento esponenziale dai 7,8 milioni del 2012, mentre il fatturato nello stesso periodo e' passato da 164,4 milioni a 1,88 miliardi di dollari. Secondo quanto comunicato, l’Ipo vale fino a 500 milioni di dollari.

King, che per seguire l'Ipo ha scelto JP Morgan Chase, Credit Suisse Group e Bank of America Merrill Lynch, spera di avere sorti diverse da quelle della rivale Zynga, la società dell'altro gioco-fenomeno Farmville, si e' quotata nel 2011, ma ha poi visto calare il titolo piu' del 50%.

Tags:
wall streetcandy crushborsaiphone
Loading...

i più visti

casa, immobiliare
motori
Gladiator segna il ritorno del marchio Jeep® nel segmento dei pick-up

Gladiator segna il ritorno del marchio Jeep® nel segmento dei pick-up


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.