A- A+
Economia
Whirlpool, operai contro i licenziamenti: bloccata l'alta velocità a Napoli

Whirlpool, Sgambati (Uil): "Non si può accettare l'arroganza della multinazionale di ricorrere ai licenziamenti collettivi dopo due anni di lotta" 

Continuano le proteste dei lavoratori della  Whirlpool di Napoli che solo pochi giorni fa ha annunciato la chiusura dello stabilimento di via Argine: quasi 200 persone hanno bloccato i treni dell'alta velocità alla stazione centrale della città, sbandierando striscioni e slogan contro la multinazionale americana. L’obiettivo è stato quello di bloccare, per protesta, la circolazione dei treni in arrivo e in partenza da Napoli: un  atto di protesta per chiedere il blocco dei licenziamenti da parte da della multinazionale, dopo che è scattata la procedura di licenziamento collettivo comunicata dall’azienda. 

"Ci possiamo solo scusare per i disaggi ma per le lavoratrici e i lavoratori della Whirlpool Napoli non si può accettare l'arroganza della multinazionale di ricorrere ai licenziamenti collettivi dopo due anni di lotta" spiega Giovanni Sgambati segretario generale Uil Campania. "Faremo tutto il possibile per contrastare questa decisione non lo merita la città di Napoli e il Mezzogiorno".

 

Iscriviti alla newsletter
Commenti
    Tags:
    whirlpool operai licenziamentiwhirlpool alta velocità licenziamentiwhirlpool napoli alta velocità
    i più visti
    in evidenza
    CDP, ospitato FiCS a Roma Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”

    Corporate - Il giornale delle imprese

    CDP, ospitato FiCS a Roma
    Gorno Tempini: “Agire come sistema unico”


    casa, immobiliare
    motori
    Con Sensify, Brembo rivoluziona il modo di frenare

    Con Sensify, Brembo rivoluziona il modo di frenare

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Cambia il consenso

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.