A- A+
Spettacoli
Fabrizio Frizzi morto per emoraggia cerebrale. Orfeo (Rai) commosso

Fabrizio Frizzi morto per emoraggia cerebrale. Orfeo (Rai) commosso

In ospedale, come riporta anche Il Tirreno, è arrivato Mario Orfeo, direttore generale della Rai, visibilmente commosso dopo la notizia della morte di Frizzi. Al Sant'Andrea di Roma, dove Frizzi è morto nella notte per emorragia cerebrale, Orfeo non ha rilasciato alcuna dichiarazione alla stampa, facendo sapere di averlo già fatto in una nota ufficiale a firma di Viale Mazzini.

Fabrizio Frizzi è morto. Lutto in Rai e nel mondo televisione

Fabrizio Frizzi è morto nella notte all'ospedale Sant'Andrea di Roma, in seguito ad una emorragia cerebrale. A dare l'annuncio una nota firmata dalla moglie Carlotta, dal fratello Fabio e dai familiari: "Grazie Fabrizio per tutto l'amore che ci hai donato". "Con Fabrizio se ne va un pezzo di noi, della nostra storia, del nostro quotidiano": così la Rai commenta la notizia.

Fabrizio Frizzi morto. La Rai: "Con Fabrizio se ne va un pezzo di noi, della nostra storia, del nostro quotidiano"

Il 23 ottobre scorso Frizzi era stato colpito da ischemia durante la registrazione di una puntata del programma "L'Eredità". Ricoverato al Policlinico Umberto I di Roma dove fu dimesso alcuni giorni dopo. Il conduttore tornò in tv a dicembre, sempre alla guida del programma di RaiUno. Lo scorso 5 febbraio ha compiuto 60 anni. Parlando della malattia disse: "Non è ancora finita. Se guarirò, racconterò tutto nei dettagli, perché diventerò testimone della ricerca. Ora è la ricerca che mi sta aiutando".

Fabrizio Frizzi morto. Il malore del 23 ottobre a L'Eredità

L'artista era stato colpito da un malore durante le registrazioni de L'Eredita' Il 23 ottobre scorso, una ischemia. Venne ricoverato al Policlinico Umberto I di Roma, dove fu dimesso alcuni giorni dopo. Non passo' molto tempo e il conduttore decise di tornare in tv a dicembre, sempre alla guida del programma di RaiUno. "L'Eredita' e' una gioia, fa bene anche al fisico. L'adrenalina sento che mi aiuta a stare meglio": aveva scherzato Frizzi con Vincenzo Mollica a 'La Vita in Diretta', poco prima di tornare in tv nel programma di Rai1 in tandem con Carlo Conti. Il 10 novembre Frizzi aveva posta un tweet in cui scriveva. "Combatto per riprendermi" e ringraziava i medici dell'Umberto I "che mi hanno ripreso per i capelli" e i medici del Sant'Andrea "che mi hanno rimesso in piedi e rapidamente sono stati capaci di capire da cosa il guaio era stato generato". Poi il ringraziamento a Carlo Conte, ai familiari e agli amici: "che mi hanno supportato in maniera incredibile".

Frizzi: Giannini, colpo duro; era ragazzo della porta accanto

"Sono molto scosso, addolorato. Era una persona deliziosa, alla mano. Immagini questi divi televisivi come personaggi inarrivabili, molto spesso pieni di se', e invece lui era il contrario: una persona come noi, come tutti, come ce ne sono tante. Siamo tutti colpiti, si era capito sin da subito che quello che aveva avuto era una cosa grave, non semplice, lui stesso l'aveva detto, ma perderlo cosi', in modo immediato e tutto sommato neanche prevedibile, e' un colpo durissimo, dispiace davvero". Cosi' Massimo Giannini ha ricordato il conduttore scomparso durante la trasmissione Circo Massimo su Radio Capital. "Era tornato, ma si vedeva che non era piu' lui. Di lui colpiva la semplicita', sembrava il ragazzo della porta accanto. Siamo vicini a tutta la famiglia. Ci manchera'".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
fabrizio frizzi mortofabrizio frizzi è mortofabrizio frizzi
in evidenza
Ferragni spettacolare a Parigi Calze a rete e niente slip

Le foto delle vip

Ferragni spettacolare a Parigi
Calze a rete e niente slip

i più visti
in vetrina
Briatore innocente, non frodò il fisco con lo yacht. "Fine di un calvario"

Briatore innocente, non frodò il fisco con lo yacht. "Fine di un calvario"


casa, immobiliare
motori
Renault svela gli interni della nuova Austral

Renault svela gli interni della nuova Austral


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.