A- A+
Spettacoli
Fazio rilancia il Rischiatutto: dalla signora Longari alla casella web

 ''Le scenografie non devono semplicemente sembrare uguali, ma essere uguali'', Fabio Fazio è pronto per riportare dal passato ai giorni nostri il Rischiatutto..Quarantasei anni dopo  il fatidico 5 febbraio del 1970 - giorno del debutto con Mike Bongiorno alla conduzione - torna uno dei quiz cult nella storia della tv italiana. 

Due serate evento su Rai1 il 21 e 22 aprile. Lo studio è stato ricostruito confrontando il materiale filmato in bianco e nero con le fotografie a colori.

''La meticolosità di Fabio nel ricercare e ricreare ogni minimo dettaglio è stata sorprendente - spiega Ludovico Peregrini ("Il Signor No"), che torna nella doppia veste di giudice e autore - Credo che a Mike questa riedizione di Rischiatutto sarebbe piaciuta molto! Infatti è rispettosa dell'originale, con una ventata di colori, freschezza e modernità''.

''Sarà un varietà in cui si gioca fra amici'', racconta Fazio.

I concorrenti sono vip: Christian De Sica, Maria De Filippi, Fabrizio Frizzi, Lorella Cuccarini, Vincenzo Salemme e Fabio De Luigi.

Ma le vere special guest star sono 3 campioni storici dell'epoca di Mike Bongiorno: Giuliana Longari ad Andrea Fabbricatore e Maria Luisa Migliari.

Il montepremi andrà rigorosamente in beneficenza.

Ospite della prima puntata sarà Nino Frassica che siederà al fianco di Ludovico Peregrini, dopo essersi esercitato a Che fuori tempo che fa con la sua interpretazione surreale del Rischiatutto

Nel ruolo della 'valletta', che fu di Sabina Ciuffini, ci sarà una giovane promessa del cinema italiano: Matilde Gioli, milanese, laureata in Filosofia come la Ciuffini, che il pubblico ricorda nel film ''Il capitale umano'' di Paolo Virzì.

Oltre alle caselle Jolly e Rischio ci saranno anche la ''casella Web'' e la ''casella Mike''. La prima permetterà al concorrente di decidere se usare o meno un computer per consultare la rete e trovare una risposta al quesito, La seconda proporrà al concorrente una domanda posta dallo stesso Mike Bongiorno attraverso filmati d'epoca del Rischiatutto.

Nel frattempo  stata fatta chiarezza sulla famosa frase “Ahi, ahi ahi signora Longari, mi è caduta sull’uccello”. La diretta interessata fa sapere non venne mai pronunciata da Mike Bongiorno. "Mai. Una leggenda metropolitana. Se l’ inventò lui. In Rai quel doppio senso non era consentito, il programma era registrato e sarebbe stato tagliato. Ho controllato ogni puntata: Mike non fece mai quella gaffe", spiega a Repubblica. "Ho lavorato tanti anni alle Teche Rai e le povere ragazze a cui gli autori regolarmente chiedevano di cercare quella frase impazzivano. Alle più gentili lo dicevo subito: “È inutile che perdiate tempo: non esiste".

Com’era Mike? "La stessa persona in pubblico e in privato: cortese, educato, molto formale. Un signore. Dopo cambiò, divenne più affettuoso". La Longari spiega come capitò nel quiz: "Ero stata segretaria di produzione alla De Laurentiis, non lavoravo e avevo un figlio piccolo. Mi presentai. All’inizio il programma non andava bene, poi esplose: c’era tutta l’Italia davanti alla tv".

"Non ho vissuto la popolarità, ho lavorato alle Teche Rai col mio cognome da nubile, Toro, e pochi sapevano che fossi “la Longari”. Giusto i vicini di casa, paradossalmente le persone mi riconoscono di più adesso. Però all’epoca cose curiose sono successe", prosegue a Repubblica. "Come spesi i 13 milioni in gettone d'oro? Per comprare la casa, naturalmente. Non li ho sperperati".

Iscriviti alla newsletter
Tags:
faziorischiatuttosignora longari
in evidenza
E-Distribuzione celebra Dante Il Paradiso sulle cabine elettriche

Corporate - Il giornale delle imprese

E-Distribuzione celebra Dante
Il Paradiso sulle cabine elettriche

i più visti
in vetrina
Dati audiweb, Affaritaliani cresce ancora: ad agosto exploit del 40%

Dati audiweb, Affaritaliani cresce ancora: ad agosto exploit del 40%


casa, immobiliare
motori
Heritage di Stellantis protagonista ad “Auto e Moto d’Epoca 2021”

Heritage di Stellantis protagonista ad “Auto e Moto d’Epoca 2021”


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.