A- A+
Spettacoli
Sanremo, già si parla di Conti-bis. E' stato il più visto degli ultimi 10 anni


Carlo Conti chiude con il botto, così come aveva iniziato. La serata finale di Sanremo, che ha visto il successo del trio Il Volo, ha avuto 11.843.000 spettatori pari al 54.21% di share. L'ultima serata del festival 2014 fece segnare una media di 9 milioni 347 mila spettatori pari al 43.51%. Inoltre il festival ha guadagnato 6 milioni di euro come annunciato dal direttore di Rai1, Giancarlo Leone in un consuntivo su Sanremo 2015. "Il festival ha avuto un costo di 15,7 milioni di euro, i ricavi pubblicitari netti sono stati pari a 21 milioni a cui si aggiungono i 700 mila euro di incasso dalla vendita dei biglietti" ha spiegato nella conferenza stampa di chiusura del festival.

Un vero e proprio percorso trionfale quello del primo Festival targato Carlo Conti (e c’è da giurare che sarà il primo di una serie) che nel complesso è stato visto in media dal 48.64% dei telespettatori, classificandosi come il Festival della canzone italiana più visto negli ultimi 10 anni (dal 2006 ad oggi). Come sottolineato da un tweet di Leone.

La prima parte della serata finale del festival è stata seguita da 12 milioni 763 mila telespettatori con il 50.77%, la seconda da 10 milioni 8 mila con il 65.48%. Nel 2014 la media delle due parti era stata rispettivamente di 10 milioni 415 mila spettatori con il 51.97% e di 7 milioni 42 mila con il 53.45%. Il picco di ascolto della serata finale del festival di Sanremo, pari a 14 milioni 816 mila telespettatori, è stato raggiunto alle 22.38 sul finire dell'esibizione di Giorgio Panariello; il picco di share è stato registrato all'1.12, con il 73.64% per la proclamazione dei vincitori.

Il conduttore scherza: "Prenotato alle Maldive". "Il direttore generale della Rai ha fatto i complimenti già ieri sera e poi anche stamattina a Conti", esordisce il capo ufficio stampa Fabrizio Casinelli. "L'unico dubbio è come si vestirà l'anno prossimo". "Ringrazio Ferragamo che mi ha vestito e mi ha regalato anche un costume da bagno: penso che lo userò alle Maldive perché in quel periodo ho prenotato una settimana di vacanze", ha risposto Conti. Immediata la replica del direttore di Rai1 Giancarlo Leone: "Mi dispiace per Carlo, ma lui non sa che la settimana che ha prenotato non corrisponde a quella del festival". Ma al di là delle battute Conti frena sul secondo mandato. "A Sanremo torno ogni volta in vacanza, mi sento a casa, magari tornerò d'estate a godermi questo angolo di paradiso. Ma credo che sia prematuro parlare del futuro: datemi un mese di tempo. Orientativamente direi di no, credo sia impossibile per me fare meglio di questi numeri. Magari ci torno fra due, tre, quattro, cinque o vent'anni... Ci ritroveremo, parleremo". "L'unica cosa che ho chiesto quando ho accettato di fare il festival e di ritornare subito a fare L'Eredità, indipendentemente dal risultato: per me è fondamentale che gli italiani mi vedano come quello che torna ogni sera a cenare con loro", ha sottolineato.

"Se qualcuno si è sentito offeso dal fatto che ho chiamato Conchita Wurst con il suo nome vero, Tom, mi spiace" ha detto il conduttore a proposito del fatto di aver chiamato con il suo nome da uomo la drag queen austriaca. "Lo avevo fatto anche nelle prove, non mi sembrava grave. Se ho offeso qualcuno mi scuso. Ho anche chiamato Nek con il suo nome Filippo e Raf con il suo nome Raffaele. Ho fatto qualche errore".

Nella classifica del socialscore, l'indice proprietario di Tvzap che misura la popolarità social dei cantanti di Sanremo con una speciale classifica dedicata al Festival, il podio è così composto: primo Nek - che nella gara si è classificato secondo - secondo posto per Chiara Galiazzo e terza posizione per il vincitore di Sanremo giovani Giovanni Caccamo. I vincitori della gara Il Volo, si devono accontentare dell'undicesima posizione, dietro ai secondi classificati della gara dei giovani Kutso, che invece godono di una inattesa popolarità.

Iscriviti alla newsletter
Tags:
sanremocontifestivalariston
in evidenza
E-Distribuzione celebra Dante Il Paradiso sulle cabine elettriche

Corporate - Il giornale delle imprese

E-Distribuzione celebra Dante
Il Paradiso sulle cabine elettriche

i più visti
in vetrina
Dati audiweb, Affaritaliani cresce ancora: ad agosto exploit del 40%

Dati audiweb, Affaritaliani cresce ancora: ad agosto exploit del 40%


casa, immobiliare
motori
Heritage di Stellantis protagonista ad “Auto e Moto d’Epoca 2021”

Heritage di Stellantis protagonista ad “Auto e Moto d’Epoca 2021”


Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2021 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Cambia il consenso

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.